Home Sport Conferenza stampa del Campobasso Calcio, Gesue: “Lotteremo in tutti i modi per salire in serie C”
Sport - 23 Maggio 2020

Conferenza stampa del Campobasso Calcio, Gesue: “Lotteremo in tutti i modi per salire in serie C”

Questo pomeriggio conferenza stampa online del patron del Campobasso Calcio Mario Gesue e del responsabile dell’area tecnica Luigi Mandragora.  Importante l’intervento del patron, che di fatto ha confermato le intenzioni e la volontà della società di salire di categoria, sempre in base alle opportunità che si creeranno da qui al momento in cui ci sarà la composizione dei nuovi organici:

“Al momento ci possiamo basare su quelle che sono state le direttive del Consiglio Direttivo, detto questo noi reputiamo di considerarci un club che non ha più voglia di giocare un torneo dilettantistico. Siamo un club che vuole giocare in Lega Pro e lotteremo fin quando sarà possibile. Prima del nostro arrivo di Campobasso si parlava di un club in difficoltà ad un passa dal fallimento, ora abbiamo ripianato le perdite (che è meglio non ricordare), abbiamo fatto un aumento di capitale e approvato ben tre bilanci (2016, 2017, 2018). Oggi abbiamo l’opportunità di salire di categoria e dobbiamo vedere il bicchiere mezzo pieno. Abbiamo ricostruito le macerie di questo club. Dobbiamo essere positivi, guardare al futuro con ottimismo. Abbiamo una società solida con nuovi imprenditori (in particolare uno di fuori regione interessato ad entrare) che hanno manifestato la volontà di darci una mano concreta. Detto questo cercheremo in tutti i modi di salire nella categoria superiore, sino all’ultimo momento. Altrimenti resetteremo tutto e ripartiremo per provare a vincere il campionato di serie D. Insomma ci siamo e ci saremo per Campobasso e per proseguire il nostro lavoro”.

Poi un passaggio sui giocatori e lo staff tecnico: “Ringrazio la squadra e lo staff tecnico per tutto il lavoro svolto. Abbiamo dato il massimo con tutti gli elementi cercando di arrivare all’obiettivo e siamo arrivati ad un soffio nonostante le pressioni e i momenti difficili, un grazie in particolare al direttore Mandragora, al direttore sportivo De Angelis e al mister Cudini”.

Una riflessione sulla riforma dei campionati: “E’ arrivato il tempo di riformare i campionati. La serie C ha dimostrato che non c’è sostenibilità. Bisogna aumentare questo fattore ed aumentare i ricavi, questo si può fare cercando di diminuire i club professionistici. Bisogna cambiare il sistema, a partire dai diritti Televisivi, le cifre per le società sono troppo basse ed allontanano i sostenitori dagli stadi. Le proposte sono ad esempio, dare i diritti Tv in esclusiva alle varie televisioni, come anche destinare una parte delle scommesse giocate sui tornei di serie C e Serie D alle società. Insomma  mi aspetto che ci siano delle novità a stretto giro perché non si può andare avanti così soprattutto dopo questa emergenza sanitaria ed economica. Sempre nell’ottica di aumentare i ricavi e diminuire i costi”.

Passaggio conclusivo sullo stadio di Selvapiana: “La questione dell’impianto è un passaggio assolutamente necessario. Uno Stadio con 16 mila posti a sedere, comodi, e accessi facilitati ci servirà a medio lungo termine per proseguire il nostro percorso qui a Campobasso. Uno stadio fatto bene porta più ricavi per una crescita complessiva della società. Attendiamo che ci siano i lavori dopo gli impegni assunti dalla Giunta della Regione Molise”.

Nel corso della conferenza stampa è intervenuto anche il responsabile dell’area tecnica Luigi Mandragora: “Stiamo valutando la conferma di tanti elementi della rosa della passata stagione, siamo soddisfatti del lavoro fatto dai giocatori. Abbiamo già detto della conferma di mister Cudini e del DS De Angelis, ovviamente il mercato dipenderà anche dalla categoria che affronteremo. L’idea è quella di mantenere lo zoccolo duro e intervenire con qualche piccolo innesto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Trofeo sette Colli domani in vasca amche l’atleta M2 Magri

Sarà presente anche Andrea Magri, atleta dell’M2 (classe 2002), ai blocchi di partenza del…