Home Attualità Il Gruppo pacifico popolare: Bojano e il Molise muoiono, ridare dignità alle famiglie creando lavoro
Attualità - Bojano - Cronaca - Evidenza - 22 Maggio 2020

Il Gruppo pacifico popolare: Bojano e il Molise muoiono, ridare dignità alle famiglie creando lavoro

Da Carmine Prioriello e Antonello Di Iorio, del Gruppo pacifico popolare, riceviamo una riflessione sulla crisi economica di Bojano e sulla recente operazione “Piazza Pulita”:

“Dopo la chiusura del polo agroalimentare nell’area matesina è iniziato il disastro socio economico che ha portato il nostro territorio ad un declino senza precedenti. Vivere in questa zona, tra l’altro riconosciuta come aria di crisi complessa è molto difficile. Purtroppo i nostri figli sono costretti a cercare risposte concrete occupazionali fuori dal territorio di appartenenza, come se non bastasse alcuni di questi ragazzi si rifugiano in paradisi artificiali non conoscendo a fondo non solo rischi per la propria salute ma anche quelli penali. Questa inversione di comportamento sociale ci lascia l’amaro in bocca. Se questi ragazzi avevano un’occupazione di certo le cose erano ben diverse e sicuramente non così marcate nell’area matesina. Questo significa chiudere un grosso polo agroalimentare senza valutare il risvolto socio economico. Le cose di certo non vanno meglio con il nuovo imprenditore È mai possibile che possa essere disatteso un impegno preso in precedenza per riaprire il macello in un’area disagiata come la nostra nel silenzio tombale di tutti? Si parla di cento posti di lavoro escluso tutto l’indotto. La politica regionale che poteva aspettarsi dalla chiusura del cuore pulsante della nostra economia? Perché non si cerca il rispetto degli accordi presi in precedenza per far ripartire la filiera avicola? Con quali garanzie finanziarie il soggetto imprenditore si è aggiudicato lotto uno “parte del polo agroalimentare” chi ha verificato? Ricordo a tutti che il Molise ha bisogno di lavoro. A pensare che ci sono 320 capannoni avicoli, circa due milioni di polli a settimana, e non abbiamo più un macello, né la lavorazione delle carni stesse, ma di che cosa parliamo….. Questo la dice lunga su come sono andate le cose riguardo la vertenza Gam. Ci auguriamo che ci sia chi faccia piena luce sull’accaduto, bisogna risolvere la causa che genera l’effetto. La malavita organizzata è spesso alimentata da povertà e disoccupazione. Si deve contrastare e annullarla con tutti i mezzi possibili, complimenti e ammirazione a tutti coloro che si sono adoperati per l’operazione PIAZZA PULITA”. Il Molise non ha bisogno di mafie ma di lavoro. Ridare dignità alle famiglie favorendo l’occupazione dovrebbe essere una prerogativa della politica per contrastare questo fenomeno e arginare il degrado sociale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Ospedale di Comunità, un’opera incompiuta. Il gruppo consiliare di minoranza “Futuro Trivento” rincara la dose

Ospedale di Comunità, un’opera incompiuta. Il gruppo consiliare di minoranza “Futuro Trive…