Home Attualità Il gruppo “Futuro Trivento” attacca la maggioranza: gestione mediocre del periodo di emergenza sanitaria
Attualità - Evidenza - QD - Trivento - 22 Maggio 2020

Il gruppo “Futuro Trivento” attacca la maggioranza: gestione mediocre del periodo di emergenza sanitaria

Il gruppo “Futuro Trivento” attacca la maggioranza: gestione mediocre del periodo di emergenza sanitaria. “Andrà tutto bene… s ‘Ddia vò – scrive il capogruppo Luigi Pavone – potremmo riassumere in questo simpatico spot la gestione politica dell’emergenza sanitaria da parte dell’amministrazione comunale. Abbiamo assistito in questi due mesi, in cui la pandemia ha messo a dura prova la nostra cittadinanza e il nostro tessuto economico – produttivo, ad una gestione mediocre da parte della nostra amministrazione comunale. Certamente, non si può non riconoscere, soprattutto al nostro sindaco, il merito di aver elargito in questi mesi tanti sorrisi, tante pacche sulle spalle “virtuali”, nell’ottica dell'”andrà tutto bene”, anche attraverso un discreto numero di interviste televisive e articoli sui principali quotidiani locali. Se da un lato certamente un messaggio di speranza e un sorriso, soprattutto in questi periodi difficili, è sempre ben accetto e in un certo senso rassicurante, dall’altro è doveroso da parte di un amministratore dare anche delle risposte concrete alla cittadinanza, che, a nostro avviso, sono state scadenti e promettono di rimanerlo. A parte avvisi e comunicati pubblicati su Facebook, il nuovo albo pretorio del comune, non si ravvisano iniziative concrete, seppure alcune fossero attuabili facilmente e velocemente. Siamo ormai nella seconda metà di maggio, infatti, ma ancora siamo terribilmente indietro, persino nel dare risposte su fondi che sono arrivati dal governo centrale o regionale, a seguito dell’emergenza COVID. L’amministrazione, infatti, ancora non provvede ad erogare i buoni alimentari per la seconda tranche (pari a Euro 31.168,17) del contributo ricevuto con ordinanza della protezione civile n. 658 del 29/03/2020, nonostante siano passati ormai quasi due mesi dall’ordinanza. Inutile dire che ci sono cittadini senza lavoro e in gravi difficoltà economiche, aziende che versano in gravi difficoltà e che guardano con paura e preoccupazione al futuro, a cui bisogna dare delle risposte concrete ed immediate. Per proseguire nell’elenco delle cose non fatte, la giunta comunale ancora non delibera l’avviso per l’accesso ai contributi erogati dalla Regione Molise per il rimborso degli affitti e delle utenze. Trivento è risultata beneficiaria di circa 31.000 Euro, ma ancora non si procede alla formulazione dell’avviso per la ricezione delle domande. Infine, solo il 18 maggio, con delibera n.75, la giunta ha provveduto all’approvazione dello schema di bilancio di previsione finanziario 2020-2022. Il bilancio, è noto a tutti, è lo strumento politico per eccellenza, con cui l’amministrazione comunale definisce le strategie programmatiche e le politiche da mettere in atto per il futuro. Dati i tempi, probabilmente il consiglio comunale per l’approvazione del bilancio si terrà intorno alla prima settimana di giugno. E’ paradossale e inaccettabile che soprattutto in questo periodo emergenziale si sia arrivati fino a Giugno, ossia a tre mesi esatti dall’inizio dell’emergenza. Non ci si difenda con l’alibi dell’emergenza, non ci sembra che, aldilà di ordinanze doverose e peraltro adottate a livello nazionale, ci siano state tante occasioni di stress e di preoccupazione per la nostra amministrazione, anche perché, fortunatamente, Trivento l’ha vissuta e la vive in maniera piuttosto serena e questo grazie soprattutto ai volontari, a chi ha continuato a garantire i servizi essenziali alla cittadinanza ed ai cittadini che hanno mostrato grande senso di responsabilità. Pare esista sempre un alibi per l’amministrazione, come quello, ormai cavalcato sin dall’insediamento, della mancanza di risorse. Le risorse un’amministrazione comunale le deve trovare con la programmazione, tagliando spese non necessarie, facendo qualche sacrificio e cercando di cogliere le opportunità, non ci si può difendere sempre con la scusa della mancanza di fondi. Visti i precedenti, a dire il vero, noi ci accontenteremmo almeno di non perderli i fondi, come quando abbiamo perso alcune centinaia di migliaia di euro per mera superficialità e mediocrità amministrativa, perché la giunta, avendo presentato gli stessi due progetti per due bandi diversi, ha dovuto rinunciare ad uno dei due finanziamenti. Bisognerebbe che il Sindaco e la maggioranza tutta iniziassero a far capire ai cittadini quale sia e quale sarà la linea politica che si vuole seguire nei prossimi anni, oltre a quella del sorriso e della stretta di mano. Trivento – chiude la nota stampa- non ha molto tempo ancora a disposizione e non può permettersi un lassismo amministrativo come quello a cui abbiamo assistito in quest’anno di amministrazione Corallo III”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Isernia. Anestesista aggredito, Asrem e Ordine medici: riattivare il posto di polizia al Veneziale

Non è un caso che il Parlamento abbia accelerato l’iter per giungere a una rapida approvaz…