Una riapertura attesa, dopo oltre due mesi di chiusura. Attesa dai gestori del bar Centrale di Campobasso, e dai tanti clienti. Invece, dopo 48 ore dalla ripartenza, la chiusura. Una decisione che è arrivata come un fulmine a ciel sereno, annunciata dai gestori, i fratelli Ranallo, finiti nell’occhio del ciclone in seguito alle foto, circolate sui social, sugli assembramenti che si sono formati davanti al locale. Decine di persone intente a chiacchierare, a sorseggiare un aperitivo o un caffè, incuranti delle norme di distanziamento sociale che, vale la pena ricordarlo, sono tuttora in vigore. Di fronte a questa sorta di linciaggio mediatico i gestori del bar hanno deciso di chiudere, in attesa di poter allestire i tavoli all’aperto. “Non ci stiamo, ha detto Libero Ranallo – a passare per quelli che sono coperti. Noi non siamo coperti da nessuno. La nostra storia è limpida – ha aggiunto – Ci alziamo al mattino per venire a lavorare con onestà. Le foto che sono circolate sui social sono state strumentalizzate. Ed allora, per evitare ulteriori polemiche chiudiamo, già oggi alle 14, in attesa di allestire i tavoli all’aperto”. Una decisione dunque sofferta ma inevitabile per i fratelli Ranallo che ovviamente non parlano di addio, ma di un arrivederci, con molta probabilità al primo giugno.

Potrebbe interessanti anche:

Inchiesta riciclaggio a Molise, consiglieri di minoranza chiedono incontro al Prefetto

“Siamo preoccupati per quanto sta accadendo nella piccola comunità di Molise, per questo a…