Solo all’apparenza è una giornata nuvolosa. Oggi a Isernia è come se ci fosse il sole. Dopo oltre due mesi di clausura e serrande abbassate, si prova a tornare alla normalità. Seppur con le mascherine sul volto, i distanziamenti da rispettare e le mille precauzioni da prendere, per strada e nelle attività commerciali si respira un insolito profumo di libertà. Tutto quello che fino a qualche tempo fa era normale, oggi è semplicemente speciale. Dopo tanto tempo, sono state riaperte le porte dei negozi di intimo e abbigliamento.
In molti ne hanno approfittato per fare shopping, per concedersi una passeggiata all’aria aperta, oppure per riprendere le abitudini di un tempo. In cima alla lista dei desideri, il rituale del caffè o della colazione con cornetto e cappuccino. Anche i ristoranti e i bar – non tutti in verità – hanno dunque riaperto. Si riparte con qualche timore per il futuro – più che mai incerto, anche a livello di fatturato – ma la voglia di mettersi questa brutta parentesi alle spalle è tanta. Molto attesa anche la riapertura degli estetisti, dei barbieri e dei parrucchieri. Restare chiusi in casa, con quei capelli ingovernabili, proprio non se ne poteva più. Con il passare delle ore la lista delle prenotazioni cresce. Tornare agli standard di qualche mese fa sarà dura, ma l’entusiasmo di certo non manca. Tutti hanno voglia di ricominciare. Con passione e la voglia di farcela.

Potrebbe interessanti anche:

Una famiglia alla guida della Caritas di Termoli-Larino

Il vescovo, mons. Gianfranco De Luca ha nominato i coniugi, il diacono Vito Chimienti e su…