Lei, amica di un sorvegliato speciale, aveva pensato bene in regime di misure anti covid, di venirlo a trovare nel passato fine settimana partendo da una città della costa adriatica dell’Abruzzo. Ma nonostante la fortuna che l’ha assistita durante il viaggio è incappata nei Carabinieri della Stazione di Filignano che eseguendo la consueta vigilanza su un sorvegliato speciale affidato alla loro vigilanza, la individuavano prontamente e la controllavano. I militari scoprivano così che la donna era gravata da un ordine di carcerazione per espiare una pena di 9 mesi per il reato di furto. Per lei si sono quindi aperte le porte del carcere di Chieti dove è stata condotta dagli stessi militari non appena espletate le formalità di rito. Chiaramente si aggrava anche la posizione del sorvegliato speciale che non avrebbe dovuto incontrare persone con precedenti penali.

Potrebbe interessanti anche:

Pescolanciano, il Sindaco Manolo Sacco nomina la sua giunta

Grande riconferma alle amministrative 2021 per Manolo Sacco, già Sindaco di Pescolanciano …