Home Apertura Centro Covid a Larino. Parla Giustini: “La decisione assunta dal Governo. Io seguo le direttive del Ministro Speranza”
Apertura - Attualità - Evidenza - Politica - Regione - 14 Maggio 2020

Centro Covid a Larino. Parla Giustini: “La decisione assunta dal Governo. Io seguo le direttive del Ministro Speranza”

di Pasquale Di Bello

Non è il Commissario Giustini ad aver stabilito la costituzione di un Centro Covid dedicato. Questa è la linea tracciata chiaramente dal Ministro della Salute Speranza e io sono tenuto a darvi esecuzione”.

A dirlo è Angelo Giustini, Commissario ad acta per la Sanità nel corso di una intervista a Telemolise. Giustini non ci gira attorno alla questione e va dritto alla linea di comando. Lui è uomo mandato dal Governo in Molise e come tale ha nel Ministro per la Salute, Roberto Speranza, il suo dretto superiore.

Comincia quindi ad assumere contorni più chiari l’intera vicenda legata alla costituzione presso l’ex ospedale Vietri di Larino di un centro dedicato interamente alla trattazione del Coronavirus che potrebbe diventare anche centro interregionale per le malattie infettive.

A mettere un punto fermo sulla questione, è stato l’incontro di lunedì scorso tra Giustini e il vice ministro per la Salute, Pierpaolo Sileri. “In quella sede – ha detto Giustini – ho esposto la questione a livello governativo consegnando un a mia nota indirizzata al Ministro Speranza con le indicazioni relative alla situazione molisana. Adesso – ha proseguito Giustini – saranno i tecnici del ministro ad impostare i passi successivi da compiere”.

Il Commissario ad acta fa luce anche sulle obiezioni sinora sollevate da più parti e tra queste la principale: quella della copertura finanziaria dell’intera operazione. A porre il tema era stato lo stesso presidente della Regione, Toma, che da suo versante aveva pronunciato un sì politico all’operazione, sottolineando però che spettava al commissario trovare le risorse necessarie alla trasformazione del Vietri in centro Covid. Giustini non si tira indietro e dice a chiare lettere: “L’idea dei centri Covid dedicati è statale, e quindi sarà il Governo a mettere in campo le risorse necessarie per la costituzione del centro Covid”. Incerti però i tempi, è lo stesso Giustini infatti ad ammattere che al momento non vi è una proiezione temporale precisa. E’ chiaro, tuttavia, che si sta parlando sempre di tempi brevi.

Intanto va avanti il braccio di ferro con le strutture sanitarie regionali, una tensione che corre sottotraccia e che non sembra destinata ad allentarsi.

Ho incontrato due volte i tre direttori di nomina regionale, esattamente il 5 e il 7 maggio scorsi – dice Giustini – ai quali ho chiesto su questo specifico tema che mi venisse fornita una relazione articolata sia in senso positivo sia in senso negativo rispetto al Centro Covid dedicato in Molise. Sto ancora aspettando una risposta”, dice secco Giustini lascindo capire che su questa vicenda è intenzionato ad andare sino in fondo.

Il riferimento è al Direttore generale dell’Asrem, Oreste Florenzano, a quello Sanitario, Virginia Scafarto, e al Direttore per la Salute della Regione Molise, Lolita Gallo. “Io aspetto che dalle strutture regionali mi vengano fornite le indicazioni richieste. In caso contrario, mi sembra chiaro, sarà direttamente Roma ad intervenire”.

Vedremo adesso cosa accadrà, se ci sarà una schiarita a livello regionale e se da Roma arriveranno indicazioni precise e quattrini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Covid, oggi 2 morti e 54 nuovi positivi. Cala il numero dei ricoverati al Cardarelli

Cala il numero dei decessi e migliora la situazione in ospedale con i ricoveri in calo. L’…