Il 30 aprile 2020, una delegazione composta dalla coordinatrice di progetto Maria Teresa Barberio e della beneficiaria Basira, ospite dello Sprar-Siproimi “Casa D’ Amico”, ha provveduto a consegnare nelle mani del sindaco del paese, Alberto Florio, un plico contenente 150 mascherine, autoprodotte, da destinare in favore di quanti, attualmente in difficoltà, non abbiano la possibilità e i mezzi per acquistarle.

L’ idea, lanciata dagli stessi migranti ospitati in paese, è stata prontamente sostenuta e avallata dagli operatori del progetto “Casa D’Amico” che li accoglie.

Basira, protagonista di questo gesto di solidarietà e a capo della task-force “sartoriale” aggiunge: “Vogliamo essere utili al paese che ci ospita”, così come partendo dalla Nigeria e venendo in Europa abbiamo chiesto aiuto, ora che ne abbiamo la possibilità, nel nostro piccolo, vogliamo ricambiare”.

Potrebbe interessanti anche:

Inchiesta riciclaggio a Molise, consiglieri di minoranza chiedono incontro al Prefetto

“Siamo preoccupati per quanto sta accadendo nella piccola comunità di Molise, per questo a…