Home Cultura Scatti e parole Un anno fa ci lasciava Gaetano Tamburrino. Nel suo ricordo contribuiamo alla ricerca contro la Fibrosi Cistica
Scatti e parole - Sociale - 29 Aprile 2020

Un anno fa ci lasciava Gaetano Tamburrino. Nel suo ricordo contribuiamo alla ricerca contro la Fibrosi Cistica

Il maestro aveva 36 anni, una vita spezzata negli anni migliori

Esattamente un anno fa ci lasciava il maestro Gaetano Tamburrino. 29.04.2019 una data che per molti non dice nulla, eppure in questo giorno si è spento il sorriso di un ragazzo  di 36 anni, Gaetano Tamburrino, maestro di scuola elementare che lottava dalla nascita contro la fibrosi cistica. Questa malattia ha un decorso degenerativo inarrestabile e incontestabile. Nonostante la malattia, Gaetano sino all’ultimo momento, ha pensato al suo lavoro. Un maestro vecchio stampo, innamorato della professione e dei suoi ragazzi.

Gaetano ha mantenuto il suo splendido sorriso fino all’ ultimo, pur essendo stato privato anche delle abitudini più normali a cui guardava con nostalgia inconsolabile….una semplice passeggiata, un giro in macchina, una pizza… tutte queste attività erano precluse dal peso dell’ossigeno liquido poggiato sulla sua spalla. Un anno fa Gaetano si è spento da solo, dopo 5 giorni di terapia intensiva lontano dagli affetti della mamma Lina dello zio Raffaele e delle sorelle Viola ed Enza, e dalla sua compagna di una vita Paola. Un amore sincero, nato nelle difficoltà quotidiane e vissuto senza alcun vincolo. Un amore che ancora oggi non è svanito, anzi…. ha assunto una connotazione ancor più importante per Paola.

Gaetano con la fidanzata Paola

Proprio la fidanzata Paola Spina, ha voluto ricordare Gaetano soprattutto per invitare tutti a contribuire alla ricerca sulla fibrosi cistica. Una piccola donazione, un aiuto concreto per contribuire alla ricerca di una malattia genetica recessiva.

I dati per la donazione

Gaetano Tamburrino era campano, provincia di Caserta, ma amava in modo incredibile  la nostra regione in particolare Capracotta e l’altissimo Molise. Una terra che lo ha accolto, grazie alla sua compagna Paola, di Bojano…

una terra che ancora una volta ha saputo accogliere un figlio….

un figlio che nel corso della sua breve vita ha amato il Molise come casa sua….

In memoria di Gaetano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Questura di Isernia. L’attrice molisana Daniela Terreri testimonial della Giornata per dire no alla violenza contro le donne

Sulla pagina Facebook della Questura di Isernia è stato pubblicato un video significativo …