Home Attualità Spiagge: c’è l’ordinanza. Si potranno fare i lavori in vista dell’estate

Spiagge: c’è l’ordinanza. Si potranno fare i lavori in vista dell’estate

La possibilità per i proprietari degli stabilimenti balneari di poter sistemare le strutture in vista della riapertura ora è autorizzata da un’ordinanza del presidente della Regione Donato Toma. Previa comunicazione al Prefetto, è consentito l’accesso, dalle ore 6 alle ore 20, ai titolari e al personale dipendente esclusivamente per lo svolgimento di interventi di manutenzione, sistemazione, pulizia, installazioni e allestimenti delle spiagge, senza esecuzione di modifiche o nuove opere. Naturalmente vanno rispettate tutte le regole volte alla prevenzione del contagio, e dunque bisogna adottare ogni misura di contrasto e contenimento della diffusione del Covid 19 negli ambienti di lavoro. L’ordinanza, valida fino al 3 maggio, è frutto di un dialogo avviato nelle scorse settimane con gli operatori del settore, per avviare tempestivamente i lavori in vista dell’inizio della stagione balneare, sulla quale però ci sono ancora molte incognite. Si potrà andare in spiaggia? E con quali precauzioni? Gli stessi balneatori attendono indicazioni più precise che potranno arrivare solo nelle prossime settimane, intanto però non si faranno trovare impreparati. E come già deciso per Pasqua e Pasquetta il sindaco di Termoli Francesco Roberti ha firmato un’ordinanza che chiude l’accesso alle spiagge e il passaggio sui due lungomari anche nelle giornate del 25 e 26 aprile e del primo maggio. Potranno transitare soltanto i veicoli dei mezzi di soccorso o delle forze di polizia nonché coloro che hanno esigenza di rientrare nelle proprie abitazioni. Il sindaco di Termoli con apposita ordinanza ha deciso per la chiusura di tutti i negozi il 25 aprile e il primo maggio, fatta eccezione per le farmacie, le parafarmacie, tabaccai ed edicole. Sono state prorogate al 3 maggio le regole anti covid anche per i mercati rionali di Termoli, quelli di via Inghilterra, di corso Fratelli Brigida e di Difesa Grande. Le prescrizioni indicate nel testo prevedono di ampliare le distanze dei banchi di vendita all’interno dell’area del mercato, di limitare la partecipazione ai mercati settimanali ai soli assegnatari di posteggio e infine di imporre agli ambulanti e agli espositori l’utilizzo di guanti monouso per la vendita delle merci, impedendo ai clienti di toccare le merci esposte in vendita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Campobasso, Gravina: “Entro l’anno prossimo pronta la Tangenziale nord”

Quando l’opera sarà completata, l’annuncio del sindaco di Campobasso è per il …