Home Sport Vastogirardi parola al mediano Pasquale Di Lullo
Sport - 14 Aprile 2020

Vastogirardi parola al mediano Pasquale Di Lullo

Il centrocampista auspica un rientro in campo

Pasquale Di Lullo è sicuramente un momento difficile inaspettato quello al quale siamo chiamati a far fronte..
È un momento bruttissimo che davvero nessuno di noi poteva mai immaginare di vivere, è triste perché ci sono tanti decessi e questo fa male fa male perché questa non è vita. La vita è uscire e divertirsi, per noi che giochiamo a calcio è fatta di vivere la domenica, allenamenti durante la settimana ma questo virus ha fermato tutto. Seguendo le indicazioni che ci vengono date stando a casa riusciremo a venirne fuori perché siamo una nazione forte lo stiamo dimostrando.

Circolano però delle ipotetiche date per ripartire terminare la stagione cosa ne pensi? Il calcio si è fermato come era giusto che sia, era impossibile continuare e mettere a rischio i calciatori. Io mi auguro e spero tutto il cuore che si possa ripartire e si possa portare a termine i campionati, perché comunque noi viviamo di calcio e e siamo disposti anche a giocare a giugno, luglio, agosto quando è possibile purché campionati vengono finiti. Disposti a gioire a soffrire a lottare perché il calcio è vita e per noi che siamo tra virgolette dei professionisti, e vogliamo chiudere la stagione.

Di Lullo con Di Lucente

Voi come tutti state continuando ad allenarmi con sedute quotidiane se si tornerà in campo quanto sarà difficile tornare a giocare dopo questa lunga sosta? Siamo sempre in contatto con il preparatore atletico e con il mister che ci mandano dei lavori che facciamo a casa. Noi eseguiamo a casa alla lettera le loro indicazioni, chiaro che in caso di ripresa l’allenamento del campo è tutt’altra cosa e ci vorrà del tempo per riprendere la forma ottimale.

Il Vastogirardi quest’anno è riuscito a coronare il suo sogno quello di approdare in Serie D per te si tratta di un doppio orgoglio perché sei stato tra i protagonisti della promozione.. abbiamo raggiunto questo grandissimo traguardo della serie D. Lo scorso abbiamo vinto il campionato e io insieme a tanti altri siamo stati protagonisti. Sono fiero e contento di aver fatto parte di questo gruppo che ha raggiunto questo grandissimo risultato storico, fortemente voluto dalla società che ha puntato molto su di noi. Abbiamo la fortuna di avere un tecnico esperto come Mister Farina ed eravamo consapevoli della nostra forza. Ora ci stiamo togliendo qualche soddisfazione, in un piccolo paesino di 600 abitanti siamo arrivati addirittura a giocare a Foggia credo che fino a due anni fa era uno dei sogni proibiti, ora è realtà.

Una società che ha puntato su giocatori esperti ma allo stesso tempo ha dato fiducia apparecchi riconfermati e giovani del posto…. la società ha puntato su giocatori esperti che hanno sempre fatto la categoria, poi abbiamo un gruppo collaudato quindi di conseguenza era facile fare bene con l’inserimento qualche pedina che il mister e il direttore Marinucci hanno inserito. Un mix per una squadra forte che si sta togliendo tante soddisfazioni e che prima o poi arriverà l’obiettivo prefissato della salvezza. Aggiungo che con un po’ più di fortuna potevamo fare qualcosa in più, è un gruppo forte e abbiamo fatto benissimo.

Potrebbe interessanti anche:

Basket A1, La Molisana BK Campobasso sfiora l’impresa contro Schio

Un referto giallo permeato di rosa. Se i due punti – al suono della sirena – vanno a Schio…