Home Attualità Viola la quarantena per fare la spesa: 40enne rischia grosso. A Termoli per Pasqua e Pasquetta vietati lungomare e spiaggia

Viola la quarantena per fare la spesa: 40enne rischia grosso. A Termoli per Pasqua e Pasquetta vietati lungomare e spiaggia

Ha violato l’isolamento domiciliare per andare a fare la spesa all’Eurospin. Ma gli è andata male perché è stato riconosciuto e gli altri clienti del supermercato hanno chiamato carabinieri e Guardia di Finanza. E’ successo a Larino e l’uomo in questione è il figlio dell’unico caso accertato di coronavirus a Larino, un 65enne che vive in una contrada rurale. Il figlio, 40 anni circa, vive in un altro appartamento e doveva rimanere in isolamento precauzionale per contatti avuti con il genitore nei giorni precedenti, ma non lo ha fatto. Davanti all’alimentare e all’interno si è scatenato il caos e l’attività dopo l’arrivo delle forze dell’ordine e del sindaco Pino Puchetti è stata chiusa. L’uomo oro rischia una multa e una denuncia penale per violazione di leggi sanitiarie, su cui sta procedendo la Guardia di Finanza di Larino: almeno indossava guanti e mascherina e con i finanzieri si è giustificato sostenendo che nessuno lo avesse avvisato che doveva rimanere in isolamento. Se questo sia vero o no saranno gli inquirenti ad accertarlo. L’Eurospin intanto è rimasto chiuso al pubblico per la sanificazione e questa mattina ha riaperto. A Termoli invece il sindaco Francesco Roberti ha deciso per un’ulteriore stretta: nelle giornate di Pasqua e Pasquetta verranno chiusi gli accessi ai due lungomari. E’ stata decisa l’interdizione assoluta al transito di pedoni e mezzi dalla rotatoria dell’hotel Mistral fino alla torretta per il litorale nord e sulla passeggiata del lungomare Sud di Termoli, che va dal lido “Buena vista social Club” al lido “Cala dei Longobardi”, e dal “Circolo della Vela” all’ingresso del porto turistico. Rimane garantito il rientro e l’uscita dei cittadini che abbiano l’accesso alle proprie residenze. Vietato anche l’accesso alle spiagge e alle aree verdi del litorale. Una stretta necessaria, considerate le temperature gradevoli di questi giorni e che potrebbero spingere qualcuno a violare le restrizioni. Da oggi e per tre mesi, inoltre, il Comune di Termoli ha assunto 10 vigili urbani che saranno impiegati per il controllo del territorio e del rispetto delle misure di contenimento del contagio da Coronavirus. Nella giornata di ieri sempre a Termoli è stata ultimata la prima fase di pulizia delle strade del centro voluta dal sindaco Roberti in accordo con la Rieco. La pulizia più accurata è stata svolta nelle aree dei mercati di Corso Fratelli Brigida, di via Inghilterra e piazza mercato per poi passare a Piazza Insorti d’Ungheria, piazza Sant’Antonio e Corso Nazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Isernia. Incendio a Colle Cioffi, pensionato denunciato dai Carabinieri forestali

L’autore dell’incendio colposo risalente all’ 8 aprile scorso e verificatosi nella loc. “C…