È guarito ed è tornato nel suo paese, l’uomo di 60 anni, originario di Rionero Sannitico, ricoverato dal 13 marzo scorso all’ospedale San Salvatore dell’Aquila. Lo chef – si ricorderà – si era presentato al pronto soccorso dell’ospedale di Castel di Sangro, con sintomi compatibili con il Coronavirus. Il primo tampone risultò negativo, mentre il secondo diede esito positivo. Ora il 60enne dovrà osservare due settimane di isolamento in una struttura ricettiva del paese. “I primi giorni sono stati difficili – ha detto – ed è stata dura stare lontano dalla famiglia per quasi un mese, ma non sono mai stato lasciato solo. Ringrazio l’intera comunità di Rionero, che non mi ha fatto mai mancare il suo affetto e in particolare il dottor Ferdinando Carmosino, il sindaco Palmerino D’Amico e i titolari dell’hotel che mi ospita”.

Potrebbe interessanti anche:

Maresca politico e magistrato, sarà in servizio a Campobasso

La decisione ha spaccato in due il consiglio superiore della magistratura. Destinazione Co…