Home Attualità Procedure COVID-19, da Neuromed un successo per il Molise

Procedure COVID-19, da Neuromed un successo per il Molise

L’Istituto Neuromed comunica che, così come già annunciato dall’Asrem nel corso della giornata, quattro pazienti dei nove Covid positivi ricoverati a Pozzilli sono guariti. L’ultimo tampone effettuato ha dato esito negativo.

Per gli altri cinque ricoverati, i valori di infezione riscontrati sono di molto inferiori, segno che le terapie hanno funzionato e stanno funzionando al meglio. A seguito del mancato trasferimento di questi pazienti presso l’ospedale Cardarelli di Campobasso, l’Istituto di Pozzilli aveva operato autonomamente e lo ha fatto in maniera egregia.

I medici e il personale sanitario si sono prodigati con impegno e professionalità per superare l’emergenza, attivando percorsi assistenziali COVID dedicati e protocolli terapeutici specifici e aggiornati, coerenti con le linee guida sanitarie emanate dall’Istituto Superiore di Sanità e dal Ministero della Salute.

Utile è stato anche il confronto con i Colleghi dell’ospedale Cotugno di Napoli, i quali, nel congratularsi con lo Staff medico e infermieristico del Neuromed, hanno confermato la correttezza dei comportamenti assistenziali adottati dall’IRCCS.

E i risultati sono arrivati, con la guarigione di quattro ricoverati e il netto miglioramento delle condizioni degli altri cinque.

In conclusione, i pazienti guariti al Neuromed e i pazienti guariti al Cardarelli dimostrano che, anche nell’emergenza, strutture pubbliche e private, medici, infermieri e Oss molisani raggiungono i livelli di eccellenza dei loro colleghi che stanno combattendo contro la pandemia in ogni angolo d’Italia. Sono uomini e donne che meritano tutto il nostro plauso e ci permettono di guardare con fiducia e speranza al futuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Isernia. Medico aggredito, denunciato per violenza a pubblico ufficiale e lesioni aggravate

A seguito della denuncia sporta da un medico dell’Ospedale “Veneziale” per un’aggressione …