Home Provincia di Isernia Agnone Agnone verso la zona rossa, un contagiato anche tra i pazienti del Veneziale di Isernia

Agnone verso la zona rossa, un contagiato anche tra i pazienti del Veneziale di Isernia

Improvvisa impennata di casi in provincia di Isernia, quasi tutti riconducibili a una casa di riposo di Agnone. 22 degli oltre 40 tamponi effettuati nella giornata di ieri hanno dato esito positivo. La casa di riposo – è bene precisare – non è quella di San Bernardino, dove il 27 marzo scorso erano stati effettuati 46 tamponi – tutti con esito negativo – ma si tratta di un’altra struttura presente in città. Tra i contagiati non ci sono soltanto gli ospiti, ma anche operatori e familiari. I tamponi effettuati da un’equipe della Asrem erano stati disposti dopo che un’ospite della struttura, che aveva accusato sintomi sospetti, era risultata positiva. La donna subito dopo è stata trasferita al Cardarelli. Nella giornata di ieri sono stati così effettuati 47 tamponi – come detto riconducibili anche al personale e ai familiari degli ospiti – 22 dei quali oggi sono risultati positivi. Le persone sono state tutte isolate, ma di certo ad Agnone c’è molta preoccupazione per questo focolaio. Sono in corso verifiche per capire se i contagiati abbiano avuto contatti contatti con altre persone. Non sono esclusi altri provvedimenti nelle prossime ore. Si va verso la zona rossa.
Ed è risultato positivo il pensionato di Roccamandolfi ricoverato dal 23 marzo al Veneziale di Isernia. L’uomo il mese scorso era stato portato al pre triage per una frattura al femore. Già allora, per via di alcuni sintomi sospetti, era stato sottoposto a tampone, che aveva dato esito negativo. Per l’anziano era stato comunque disposto il ricovero a medicina, a causa di una polmonite. Ieri, ormai quasi del tutto guarito, è stato condotto al reparto di ortopedia per essere sottoposto all’intervento al femore. Ma il responsabile del reparto, Enzo Bianchi, in via precauzionale ha chiesto di sottoporlo nuovamente al tampone, chiedendo lo stesso esame anche per gli altri pazienti ricoverati, una decina in tutto. Per tutti l’esito è stato negativo – ha confermato Bianchi – tranne che per il paziente in questione che risulta essere comunque asintomatico. Per lui e per gli altri sono state prese tutte le precauzioni necessarie, ha detto ancora il primario. Nel frattempo sono stati disposti i tamponi anche per tutto il personale venuto a contatto con la persona contagiata, mentre nei due reparti – medicina e ortopedia – è prevista la sanificazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Isernia, dal 4 giugno ripartenza di tutti e due i mercati settimanali

Con ordinanza n. 86/2020, il sindaco di Isernia, Giacomo d’Apollonio, ha disposto la riape…