“Ho fatto una proposta insieme ad altre regioni e l’ho inviata a tutti i parlamentari abruzzesi: chiediamo al Governo di sospendere alle regioni in Piano di Rientro per deficit nella sanità la rata del debito per tre anni. Questo ci consentirebbe di liberare 90 milioni di euro in tre anni che potrebbero aiutarci a dare corpo e respiro all’economia regionale”. Lo ha detto il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, nel fare, nella seduta del Consiglio regionale in corso di svolgimento all’Aquila, il punto sui contagi coronavirus e sulla emergenza sanitaria ed economica. “Spero che i parlamentari abruzzesi possano svolgere un’efficace azione nei confronti del Governo, per liberare subito risorse importanti e senza alcun aggravio dei conti pubblici. Una proposta seria e percorribile che mettiamo in campo per affrontare l’emergenza”, ha proseguito Marsilio. La proposta è stata formulata ieri durante la Conferenza delle Regioni, tenutasi in videoconferenza, con la presentazione di un emendamento al D.L: la somma residua dei rimborsi annuali del prossimo triennio, verra’ spalmato sugli anni residui. La proposta del presidente Marsilio ha ottenuto “l’immediato consenso di altri presidenti, in particolare Santelli della Calabria e Toma del Molise. Il testo dell’emendamento è stato trasmesso a tutti i parlamentari abruzzesi perchè lo presentino alle Camere in sede di conversione del decreto legge.

 

Potrebbe interessanti anche:

Tragedia nei boschi di Pescolanciano, muore un operaio albanese di 44 anni mentre tagliava un albero

Un uomo di 44 anni, di origini albanesi, è morto questa mattina nei boschi di Pescolancian…