Home Apertura Emergenza Coronavirus, anche in Molise nasce la SpesaSOSpesa per le famiglie in difficoltà
Apertura - Evidenza - 30 Marzo 2020

Emergenza Coronavirus, anche in Molise nasce la SpesaSOSpesa per le famiglie in difficoltà

C’è un’emergenza nell’emergenza, in questi mesi drammatici, vissuta all’interno delle mura domestiche, spesso in solitudine. E’ quella economica e sociale, diretta conseguenza del Coronavirus. I risvolti in tutta Italia, specie al Sud, sono gravissimi. L’isolamento a cui siamo costretti da tre settimane sta creando problemi economici a tante famiglie molisane. Molti nuclei familiari, già in difficoltà prima che scoppiasse la pandemia, ora non riescono ad avere neppure quel minimo per la sopravvivenza. Le amministrazioni comunali cercano di fronteggiare l’emergenza, attivando i servizi sociali. A Campobasso l’amministrazione è già in campo per assistere una trentina di famiglie che vivono in condizioni di indigenza. E in attesa che arrivino anche i fondi stanziati dal Governo, per venire incontro a chi non riesce a comprare neppure il minimo indispensabile, in Molise è partita una catena della solidarietà. E’ la Spesa sospesa, che prende spunto da quel gesto solidale che trae le sue origini, pare da Napoli, durante la seconda guerra mondiale, quando c’era chi, andando al bar per un caffè ne lasciava pagato un altro per chi il caffè non poteva permetterselo. Un gesto che ha conquistato il mondo e che anche oggi,in questo momento di estrema difficoltà, sta tornando prepotentemente alla ribalta, dando vita ad una vera e propria gara di solidarietà.

In regione, l’iniziativa, della elleffe communication, ha già raccolto numerose adesioni da parte delle attività commerciali. Come funziona: nei negozi che aderiscono basterà fare qualche acquisto in più, generi alimentari e prodotti di prima necessità e, una volta alla casssa, lasciarli nell’apposito carrello di raccolta. Chi ne avrà bisogno, in forma fiduciaria, perché non sarà necessario presentare alcuna documentazione, potrà prelevare fino ad un massimo di cinque prodotti. Tutti quelli che resteranno nei carrelli saranno consegnati periodicamente alle associazioni di volontariato che operano sul territorio che provvederanno a distribuirli a chi ne ha bisogno.

Le attività commerciali che intendono aderire all’iniziativa possono rivolgersi all’indirizzo effecommunication@gmail.com o attraverso le pagine facebook elleffecommunication ed Emergenza virus Molise Sars Cov-2, oltre che sul gruppo facebook Coronavirus Molise.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Isernia. Medico aggredito e incendio al Veneziale, Florenzano: rafforzeremo il piano di sicurezza

“Stiamo mettendo in atto correttivi per rafforzare il piano di sicurezza degli osped…