Per contribuire a fronteggiare l’emergenza sanitaria causata dal Coronavirus, i detenuti della Casa circondariale di Larino si sono attivati per la realizzazione delle mascherine. Le persone recluse nella struttura stanno già cucendo le mascherine. “Purtroppo – fa sapere la Garante regionale dei diritti delle persone, Leontina Lanciano – finora non e’ stato possibile reperire i rotoli di elastico da cucito necessari per completare i dispositivi. I tentativi fatti fino ad adesso, pero’, non sono andati a buon fine, quindi ho deciso di rivolgere un appello pubblico allo scopo di riuscire a recuperare l’elastico necessario al completamento delle mascherine”. Chiunque sia in grado di fornire il materiale può contattare la Casa circondariale di Larino o l’ufficio del Garante regionale dei diritti della persona.

Potrebbe interessanti anche:

Covid, ancora una vittima:si tratta di un uomo di 77 anni di Isernia. Un nuovo ricovero e un solo positivo

Ancora una vittima del Covid in Molise. Si tratta di un uomo di 77 anni di Isernia, che er…