Home Attualità Le Forze di Polizia della provincia di Campobasso rendono omaggio ai sanitari dell’Ospedale Cardarelli
Attualità - Evidenza - 25 Marzo 2020

Le Forze di Polizia della provincia di Campobasso rendono omaggio ai sanitari dell’Ospedale Cardarelli

Medici, infermieri, operatori sanitari in questi giorni, sono in primissima fila, in una sorta di trincea, nella battaglia contro il Coronavirus. Turni massacranti e rischi altissimi. Un lavoro incessante, eroico il loro, a cui va un immenso grazie da parte di tutti. Questa mattina le forze dell’ordine, altra categoria in prima fila nell’emergenza, su iniziativa del Questore di Campobasso Giancarlo Conticchio, hanno reso omaggio ai medici ed al personale paramedico dell’Ospedale Cardarelli di Campobasso. Dalla Questura del capoluogo la fila di macchine di Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza, Vigili del Fuoco e Vigili Urbani con dentro uomini e donne in divisa verso l’ospedale; personale impegnato nelle attività di controllo sul rispetto delle misure impartite dal Premier Conte per contenere l’emergenza epidemiologica e che al contempo continua anche il lavoro ordinario, con il consueto spirito di sacrificio e dedizione.
Con il sostegno e la vicinanza del Prefetto Maria Guia Federico, gli equipaggi in rappresentanza si sono schierati davanti al Cardarelli e hanno reso formale saluto al personale sanitario che per qualche minuto ha lasciato le corsie per raccogliere l’omaggio. Un omaggio sentito e giusto, un gesto di vicinanza, gratitudine per chi, non ci stancheremo mai di ripeterlo, sta combattendo senza sosta per assistere i malati e per salvare vite. All’iniziativa ha partecipato anche il Direttore Generale dell’Asrem Oreste FLORENZANO.
Poliziotti, Carabinieri, Finanzieri, Vigili Urbani e Vigili del Fuoco, hanno portato contemporaneamente la mano alla visiera per il saluto, carico di emozione, mentre intorno lampeggiavano le luci delle auto di servizio. Sui volti di uomini in divisa e in camice bianco sono comparse anche delle lacrime. Le lacrime di chi condivide un impegno incessante e indispensabile su fronti diversi, rischiando e lasciando ogni giorno le proprie case e i propri cari con senso di dovere, senza battere ciglio. Un esempio civico cristallino, limpido, che deve indurre tutti noi a rispettare alla lettera le disposizioni. Dobbiamo farlo per noi, ma anche per rispetto a loro, al loro quotidiano sacrificio
Dopo l’omaggio le pattuglie sono tornate a svolgere i propri compiti e il personale sanitario è tornato in corsia, dai pazienti. Come sempre. Questa battaglia la possiamo vincere solo facendo squadra, facendo ognuno la nostra parte. Il lavoro di forze dell’ordine e medici e paramedici è sotto gli occhi di tutti. Spetta a noi cittadini comportarci con intelligenza e senso civico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Domenico Ciccarella lascia la Lega: sto assistendo a un gioco che va contro i molisani

“Non è possibile più continuare a militare nella Lega perché in Molise sto assistendo a un…