Home Attualità Isernia. Mancini: tamponi a tutto il personale del Veneziale, non solo a chi ha avuto contatti sospetti

Isernia. Mancini: tamponi a tutto il personale del Veneziale, non solo a chi ha avuto contatti sospetti

Continua il botta e risposta tra l’amministrazione comunale di Isernia e le minoranze. Anche il vice presidente del consiglio comunale di Isernia, Giovancarmine Mancini ha espresso critiche sulla gestione dell’emergenza da parte del Comune: “Non è il momento delle polemiche. Ora dobbiamo essere uniti per superare questo momento. Abbiamo cercato di collaborare, ma abbiamo trovato solo arroganza. Gli unici provvedimenti adottati sono arrivati grazie ai nostri suggerimenti e alle nostre sollecitazioni. Ad esempio la chiusura in località Le Piane, fatta anche male. O la sanificazione delle strade. E siamo venuti a sapere solo da altre fonti che ci sono due cittadini residenti a Isernia, ricoverati in una struttura privata, e che hanno familiari in città. Il sindaco solo dopo qualche ora è stato costretto a informarsi. Solo dopo, infatti, abbiamo saputo che per fortuna la Asrem ha messo le persone interessate in quarantena”. Tra le proposte di Mancini anche quella di sottoporre a tampone il personale del pronto soccorso venuto a contatto con una paziente infetta. Ora che sono stati fatti il vice presidente del consiglio va oltre e propone di “sottoporre a tampone tutto il personale dell’ospedale Veneziale, così come stanno facendo altrove. Anche il ministero lo ha detto: i tamponi vanno fatti alle persone più a rischio. Direi di farli anche ai pazienti, agli edicolanti, ai commessi, a chi produce, trasporta e vende gli alimenti, facendoci andare avanti in questo momento difficile”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Domenico Ciccarella lascia la Lega: sto assistendo a un gioco che va contro i molisani

“Non è possibile più continuare a militare nella Lega perché in Molise sto assistendo a un…