Home Attualità Terremoto in Croazia, solidarietà dalle comunità di minoranza linguistica del Molise
Attualità - Evidenza - 24 Marzo 2020

Terremoto in Croazia, solidarietà dalle comunità di minoranza linguistica del Molise

Il terremoto che domenica scorsa ha colpito la Croazia e in particolare, la città di Zagabria.

I sindaci di Acquaviva Collecroce, Montemitro, San Felice del Molise e Tavenna hanno scritto all’ambasciatore della Repubblica di Croazia a Roma, Jasen Msić, per esprimere sincera vicinanza alla popolazione.

Gli amministratori dei paesi di minoranza linguistica del Basso Molise hanno evidenziato il contesto di emergenza sanitaria in cui le istituzioni si trovano a operare assicurando piena solidarietà.

“Le Amministrazioni comunali di Acquaviva Collecroce, Montemitro, San Felice del Molise e Tavenna,
manifestano, a nome di tutta la comunità di minoranza linguistica Croato – Molisana, la massima
solidarietà e vicinanza al popolo della Repubblica di Croazia colpito, in particolare nella città di
Zagabria, dal sisma di domenica 22 marzo 2020. La nostra vicinanza è particolarmente rivolta ai rappresentanti delle Istituzioni centrali e locali della Vostra Nazione che si trovano ad affrontare questo grave evento in un contesto di emergenza Europea generato dalla diffusione del virus Covid – 19.
Auguriamo alle popolazioni direttamente colpite e a tutto il Popolo Croato di poter superare, sotto la
guida delle Autorità istituzionali e la collaborazione fattiva delle Istituzioni Europee, tutte le emergenze
che si sono andate sovrapponendo.
Cordiali saluti.
Acquaviva Collecroce (CB), lì 24/03/2020

I sindaci

Francesco Trolio – Acquaviva Collecroce/Kruc
Fausto Bellucci – San Felice del Molise/Sti Filic
Sergio Sammartino – Montemitro/Mundimitar
Paolo Cirulli – Tavenna/Tavenn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

La Movida agita la politica isernina: dura replica di Rita Paola Formichelli a Domenico Chiacchiari

Movida tormentata a Isernia. Imediata e durissima la replica al sindaco d’Apollonio …