Gli ultimi due contagiati di Montenero di Bisaccia sono stati ritenuti clinicamente guariti. Dovranno stare in quarantena e fare un secondo tampone di conferma. Si tratta, da quanto si è appreso, di una coppia non legata al cluster iniziale del paese.

Un paese blindato da quasi una settimana. Stop ai rientri e alle uscite da Montenero di Bisaccia se non per casi particolari. Una misura necessaria per prevenire il rischio di contagio anche da potenziali asintomatici nel paese dove ai sei casi positivi si è aggiunto quello effettuato post-mortem su un anziano deceduto a casa mentre quello sulla figlia è risultato negativo.

Il sindaco, Nicola Travaglini, ha fatto il punto della situazione rinnovando l’invito a rispettare tutte le prescrizioni per il bene dell’intera comunità. Sono una quarantina le persone in quarantena in paese.

Intanto, continua il ripristino graduale dell’ospedale San Timoteo di Termoli. Due le tende “filtro” installate al parcheggio del Pronto Soccorso con funzione di Pre-triage e all’ingresso principale per gli altri servizi. Tutto viene gestito per garantire la sicurezza degli operatori sanitari e di coloro che si presentano per le eventuali emergenze. In caso di sintomi sospetti da coronavirus si raccomanda sempre di non andare al Pronto Soccorso ma di chiamare i numeri speciali dai quali personale specializzato saprà indicare le procedure da seguire. Si valutano, inoltre, la riapertura degli ambulatori e le modalità di consegna dei referti ai pazienti per altre patologie e per i controlli necessari.

Potrebbe interessanti anche:

La frazione agnonese di Villacanale celebra il patrono San Giocondino

La frazione agnonese di Villacanale è tornata a celebrare in gran stile il patrono San Gio…