Vista la carenza di gel disinfettante e l’aumento esponenziale della richiesta, gli specialisti del ‘Gemelli Molise’ lo hanno fabbricato in casa. La ricetta è stata fornita dall’Ordine dei Farmacisti e rispetta perfettamente le linee guida ministeriali. “Le apparecchiature in dotazione nei laboratori della farmacia – fanno sapere dal ‘Gemelli’ – hanno permesso di realizzare un composto sicuro e allo stesso tempo funzionale alle esigenze del momento. Si riesce, in questo modo, a generare una quantità rilevante di gel disinfettante, al punto che il personale ha pensato di donare alcuni flaconi alle parrocchie di Campobasso e alla Caritas”. Un piccolo gesto di solidarietà, che arriva nel giorno della festa di San Giuseppe artigiano e del 25esimo anniversario della posa della prima pietra di quello che sarebbe diventato il Centro di ricerche e formazione ad alta tecnologia nelle Scienze Biomediche. In quell’occasione Giovanni Paolo II giunse sulla collina di Monte Vairano per benedire la prima pietra.

Potrebbe interessanti anche:

La televisione svizzera parla di Macchiagodena

Il progetto Genius Loci del comune di Macchiagodena arriva a far parlare di se anche in Sv…