12.7 C
Campobasso
mercoledì, Aprile 17, 2024

Termoli, il San Timoteo riapre dopo lungo stop. Tenda per il pre-triage. Il sindaco di Larino scrive al ministro Speranza e Borrelli: “Il Vietri va riattivato”

AttualitàTermoli, il San Timoteo riapre dopo lungo stop. Tenda per il pre-triage. Il sindaco di Larino scrive al ministro Speranza e Borrelli: "Il Vietri va riattivato"

Dopo quasi due settimane di stop forzato riapre l’ospedale di Termoli. Completati gli interventi di sanificazione necessari e riorganizzati i turni di medici, infermieri e operatori.

Il ripristino dei reparti e dei servizi del San Timoteo sarà graduale e contingentato a partire da mercoledì 18 marzo.

Un passo alla volta per rendere funzionale il presidio e assicurare in piena sicurezza le attività coordinando tutte le misure previste dalle nuove norme in materia di prevenzione del contagio da coronavirus.

In questo quadro si inserisce l’allestimento di una tenda all’esterno del Pronto Soccorso che avrà la funzione di pre-triage. Qui arriveranno e saranno gestite tutte le eventuali emergenze di qualsiasi tipo prima di consentire l’accesso all’interno dell’ospedale. La tenda è stata montata dalla Protezione Civile regionale in collaborazione con la Misericordia di Termoli e l’associazione AMPA di Bojano.

Sono stati previsti dei percorsi di sicurezza per i vari codici di gravità in modo da rispettare tutte le precauzioni per chi arriva e per gli operatori sanitari che si trovano a gestire una richiesta al Pronto Soccorso come una frattura o qualsiasi altro caso.

In caso di sintomi sospetti da covid19 si raccomanda di non andare in ospedale ma di chiamare i numeri dedicati forniti dalla regione e dall’Asrem a cui personale specializzato saprà indicare le azioni da seguire. Sul posto anche il sindaco, Francesco Roberti, e l’amministrazione comunale per fare il punto degli interventi.

Con la riapertura del San Timoteo il Basso Molise, area che conta oltre centomila abitanti, torna ad avere un ospedale in attesa di capire come evolverà la mappa del contagio.

Intanto, il sindaco di Larino, Pino Puchetti, ha ribadito la necessità di riaprire anche l’ospedale di Larino, a partire dal Pronto Soccorso. In una nota trasmessa al Ministro della Salute, Roberto Speranza e al capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli, ha rinnovato la richiesta, condivisa anche con diversi amministratori, per dotare il territorio di un presidio che potrebbe risultare fondamentale in un momento così delicato.

Puchetti ha ricordato anche le attrezzature del Vietri, come la camera iperbarica, unica tra le regioni confinanti con il Molise, l’emodialisi e, in particolare, la Terapia Intensiva mai attivata ma con apparecchiature già presenti e solo da testare in una struttura moderna, ampia e accessibile.

Ultime Notizie