Il sindaco di Isernia, Giacomo d’Apollonio, ha disposto l’immediata chiusura della Villa Comunale, del Parco della Rimembranza, della Piazzetta dei Giovani Ricercatori e di tutte le aree gioco presenti sul territorio comunale, fino al 3 aprile, conferendo incarico al settore tecnico affinché tutti i parchi e le aree suddette siano adeguatamente recintate o transennate e munite, in buona evidenza, di copie della presente ordinanza, e conferendo incarico ala Polizia Municipale di effettuare un costante controllo sull’osservanza della ordinanza medesima. I trasgressori saranno puniti con la sanzione amministrativa da euro 25 a euro 500. In questo periodo saranno limitati anche anche gli accessi al pubblico al cimitero: si potrà entrare la mattina dalle 09:00 alle 11:00 e il pomeriggio dalle 15:00 alle 17:00, ma in ogni caso evitando assembramenti. Il sindaco “ordina allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus, l’applicazione fino al 3 aprile 2020 delle seguenti misure: in caso di tumulazione della salma l’ingresso ai Cimiteri comunali è ammesso secondo le modalità di cui in premessa; gli orari di apertura al pubblico dei Cimiteri comunali vengono modificati, per il periodo indicato, come segue: mattina dalle ore 09:00 alle ore 11:00 – pomeriggio dalle ore 15:00 alle ore 17:00; nel rispetto degli orari che precedono, l’accesso del pubblico sarà consentito ad un solo soggetto per ogni defunto, e comunque l’ingresso sarà circoscritto ad un numero complessivo contemporaneo di soggetti tale da impedire assembramenti e da garantire la distanza di sicurezza interpersonale di un metro; i custodi hanno la facoltà di disciplinare gli ingressi ai fini del rispetto delle presenti disposizioni”.

Potrebbe interessanti anche:

Madre e figlia anziane e sole chiedono aiuto, polizia in soccorso con generi di prima necessità

Alcuni giorni fa, due donne di Campobasso, madre e figlia, rispettivamente di 75 e 59 anni…