Home Evidenza Autocertificazione, novità sul modello che giustifica gli spostamenti
Evidenza - QD - 17 Marzo 2020

Autocertificazione, novità sul modello che giustifica gli spostamenti

Nuova integrazione al modello per l’autocertificazione indispensabile per giustificare gli spostamenti. Sul nuovo modello, scaricabile dal sito del ministero dell’Interno,  è stata inserita   una quinta voce. D’ora in avanti chiunque venga fermato dalle forze dell’ordine dovrà dichiarare di non essere soggetto agli obblighi previsti dalla quarantena per chi è stato trovato positivo al Coronavirus o per chi è entrato in contatto con una persona contagiata. L’altra novità  prevede che il documento debba essere controfirmato al momento del controllo dalle forze dell’ordine che avranno accertato l’identità del cittadino. Il tutto per evitare di dovere allegare fotocopie di documenti. Le autocertificazioni verranno come sempre verificate a posteriori dalle forze dell’ordine. Una integrazione che si è resa necessaria per impedire a chi è sottoposto al vincolo della quarantena di uscire. E di casi, purtroppo, ne sono stati scoperti tanti. Troppi. Vale le pena ricordare che la violazione degli obblighi della quarantena è punita con pene che vanno da uno a 12 anni di carcere concorso colposo in epidemia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Isernia. “Tutti in campo”, il progetto della Caritas diocesana nello spot dell’8 per mille

È destinato a diventare un modello anche per altre realtà italiane “Tutti in campo”, il pr…