Home Sport Calcio a 5 tra partenze e stop alle attività
Sport - 13 Marzo 2020

Calcio a 5 tra partenze e stop alle attività

Il mondo del futsal è fermo come ogni attività sportiva. Partiamo da casa nostra, abbiamo raccontato della vicenda legata al rientro in patria dei tesserati del Cln Cus Molise. Ebbene ci sono delle novità, il portiere Juan De Lucia è riuscito a tornare in Argentina, dunque sono andate a buon fine le procedure per il ritorno  del giocatore, per lui un arrivederci alla prossima stagione. Rientrato in Slovacchia Turek, il laterale comunque tornerà a Campobasso quando finirà, si spera, l’emergenza. Sono in attesa di decollare i due brasiliani Gava e Debetio, la speranza è che tra oggi e domani possano prendere il volo per tornare nel paese carioca senza alcun tipo di problema legato all’emergenza che stiamo vivendo. Anche per loro sarà un arrivederci alla prossima stagione.

Gava

La difficoltà che sta vivendo il Cln Cus Molise è comune a tutti i club di serie A1 e A2, diverse posizioni contrastanti nelle ultime ore. Ad esempio i giocatori del Sandro Abate di Avellino, squadra di A1, hanno espresso la volontà di restare e non guadagnare la strada di casa in anticipo. La società biancoverde preso atto della decisione dei tesserati ha subito organizzato programmi di allenamento personalizzati con un monitoraggio medico costante degli atleti. Al contrario l’ASD Feldi Eboli ha di fatto deliberato un “tana libera tutti”. La società di A1 ha deciso di lasciar liberi i tesserati e sospendere le collaborazioni sportive. In soldoni la società ha chiuso gli stipendi sino alle ultimo mese di gioco e ha invitato i giocatori a rientrare a casa. Una decisione drastica ma rispettabile, l’Eboli ha dichiarato che in caso di ripresa delle attività cercherà di chiudere nel migliore dei modi la stagione. Dunque chi resta e chi parte, la situazione di incertezza è gestita da tutte le società nella maggiore e piena autonomia. In A2 il Sammichele, che disputa il girone del Cln Cus Molise, ha liberato gli stranieri Bertoli e Rocha, il team ormai destinato alla retrocessione ha scelto bene di far rientrare i due ragazzi nelle rispettive nazioni. Insomma questa la situazione in tutto lo stivale per quanto riguarda il futsal.

Si sta muovendo anche la divisione Calcio a 5, diverse le iniziative che si stanno portando avanti sempre con l’hastag #iorestoacasa. Da segnalare la sfida definita pantofola challenge che consiste in alcuni palleggi e numeri con il pallone da svolgere tra le mura di casa rigorosamente scalzi o in ciabatte. Diversi giocatori hanno postato delle storie, condivise dalla pagina ufficiale della Divisione Calcio a 5, numeri in casa e diverse giocate che dimostrano la qualità dei giocatori, tra i quali anche il campobassano Umberto caruso. Inoltre è stato creato un video sempre con l’hastag #iorestoacasa con le indicazioni da parte dei nazionali campioni europei con la maglia dell’Italia Marco Ercolessi e Sergio Romano, e in particolar modo del fenomeno portoghese, miglior giocatore del mondo Ricardinho.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Serie D, il punto sulle molisane

Quinta giornata di campionato in programma nel girone F, ricordiamo che da domenica prossi…