Home Sport News sul calcio, dalla Champions al Football di casa nostra
Sport - 10 Marzo 2020

News sul calcio, dalla Champions al Football di casa nostra

Ieri pomeriggio lo stop all’attività dilettantistica, ieri sera il premier Conte ha ufficializzato il fermo di tutti i campionati anche la serie A. Una decisione che era nell’aria anche per quanto riguarda il massimo campionato nazionale. Oggettivamente lo stato di emergenza impone la sospensione delle attività sportive. In questo week end abbiamo visto l’estasi del paradosso in serie A, giocatori che non si scambiano il cinque ad inizio gara, il classico saluto pre match per intenderci, poi si marcano in modo serrato in area di rigore, sugli sviluppi di un corner, di un calcio di punizione, per non parlare delle esultanze. Insomma una condizione che non poteva proseguire in alcun modo visti i tempi che stiamo vivendo. Al contrario l’attività della UEFA va avanti sia con la Champions che con l’Europa League. L’Uefa ha protocolli diversi, a partire da  Lipsia – Tottenham e al Mestalla la sfida a porte chiuse traValencia e Atalanta. Notizia di oggi Barcellona – Napoli in programma mercoledì prossimo 18 marzo al Camp Nou si giocherà a porte chiuse. Una decisione inevitabile in questi giorni di emergenza in Italia ma anche in Spagna dove la situazione sta peggiorando.

 

Tornando al calcio nostrano, il decreto emanato dal Governo prevede la prosecuzione degli allenamenti per quanto riguarda gli atleti professionisti, questo vuol dire che a livello dilettantistico al momento sono sospese le attività. Questo vuol dire che gli atleti non professionisti non possono svolgere le sedute di allenamento di gruppo. Questo è un altro tema, passi per i tornei regionali di eccellenza e promozione, ma non il campionato di serie D dove ormai la società sono strutturate come quelle professionistiche. I giocatori si allenano tutti i giorni, staff tecnici formati da oltre dieci professionalità, insomma in tal senso c’è qualche incongruenza. Per intenderci il giocatore di serie D non è professionista solo sulla carta. A questo punto le società molisane sono corse ai ripari. Agnonese e Vastogirardi hanno già comunicato ai propri tesserati il programma di allenamento da svolgere in privato. Ogni giocatore si allenerà a casa per tutta la settimana in attesa di nuove comunicazioni. Il Campobasso da programma riprenderà domani, ma anche per i rossoblu le modalità saranno le stesse anche in considerazione del fatto che diversi tesserati sono rientrati a casa e dunque fuori sede. Tutto è in evoluzione, lo sport al momento è ancor di più un aspetto secondario. E’ senza dubbio il momento di stare a casa, di osservare al massimo le misure restrittive previste, pensare alle conseguenze che può portare la trasmissione del corona virus in particolare ai soggetti a rischio. Sul calcio dilettantistico, ha stabilito dei parametri questa mattina, sicuramente ci saranno dei turni infrasettimanali per chiudere la stagione considerato che l’eccellenza, play off compresi, si dovrà chiudere entro il 24 maggio considerato che dal 31 maggio ci sarà il via ai play off nazionali, infine sospeso il decorso temporale delle squalifiche sportive. La squalifica a tempo non si sconterà in questo periodo ma nel momento in cui riprenderanno le attività.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Serie D, il punto sulle molisane

Quinta giornata di campionato in programma nel girone F, ricordiamo che da domenica prossi…