Emergenza coronavirus, arrivano le nuove indicazioni per le attività pastorali nella diocesi di Trivento. Il vescovo Claudio Palumbo, alla luce dei nuovi decreti della Presidenza del Consiglio, ha dato nuove disposizioni valide fino al 3 aprile 2020. Tutte le attività pastorali sono sospese, le chiese restano aperte per la sola preghiera personale; siano svuotate le acquasantiere; il suono delle campane non è vietato; i sacerdoti celebrino in forma privata sia nei giorni festivi che in quelli feriali; per i funerali: sono vietati i cortei e ci sia solo la benedizione del feretro in forma riservata, nella sala mortuaria del cimitero, con la presenza esclusiva dei parenti stretti, evitando assolutamente le condoglianze; i sacerdoti nella messa privata applichino in suffragio dell’estinto/a; per i battesimi: si possono fare alla presenza dei soli parenti stretti che stiano alla distanza consentita; si mantengano in vigore scrupolosamente i comportamenti prudenziali, suggeriti dal Ministero della salute già adottati, raccomandando soprattutto alle persone anziane e affette da patologie varie di rimanere in casa; per i casi particolari il parroco si rivolgerà alla curia diocesana. “Siccome non ci è possibile celebrare l’Eucaristia insieme – scrive il vescovo Palumbo – lo possiamo fare in un modo diverso, ascoltando la Santa Messa tramite i mezzi di comunicazione sociale e riscoprendo l’antica e fruttuosa pratica della Comunione Spirituale, per accrescere il nostro sincero amore verso Gesù Eucaristia. Questa dura prova può essere trasformata in un prezioso tempo di grazia”.

Potrebbe interessanti anche:

Torna il maltempo su tutta la regione: neve anche in collina e danni causati dal vento forte

Torna il maltempo su tutto il Molise. Dalla notte scorsa disagi per le nevicate e per il f…