Non sarà un allenamento in più o in meno a influire sulla stagione del Cus Molise e della Chaminade Campobasso. I due club hanno deciso di sospendere le attività. Il team universitario ha sospeso fino al 15 marzo incluso, la Chaminade valuterà in base all’evolversi della situazione. Niente squadre in campo al Pala Unimol, al Pala Selvapiana, al Pala Strurzo e alla Palestra Varazi di Bojano che vedono impegnate prima squadra, formazione femminile, Settore Giovanile (Under 19) e Scuola Calcio dei due club del capoluogo. Molte società in giro per l’Italia che non rientrano, come il Molise e Campobasso, nella zona rossa hanno preferito sospendere le attività per tutelare la salute generale e contenere in maniera efficace il rischio di contagio da Coronavirus. La Divisione calcio a 5 ha già sospeso tutte le attività fino a domenica 15 marzo 2020 compreso. A prescindere dallo stop nazionale il torneo di Serie A2 domenica prossima avrebbero comunque osservato un turno di riposo. Diverso il discorso per la Chaminade Campobasso, il team cadetto il prossimo weekend avrebbe osservato il suo turno di sosta previsto da calendario poi l’ultimo fine settimana di marzo il Campionato si fermerà. Solo una gara rimasta a disposizione per il Torneo Nazionale Under 19, con la Chaminade già matematicamente qualificata come terza del girone alla post- seasosn. Da definire le nuove date. Nelle prossime ore gli organi nazionali prederanno una decisione univoca: si riprenderà a giocare o si andrà verso una nuova sospensione? Per le squadre femminili dei due club impegnate nel Torneo regionale di serie C la decisione del Consiglio della Lega Nazionale Dilettanti in programma oggi alle ore 13:00 avrà delle ripercussioni a cascata anche sui Comitati Regionali.

Potrebbe interessanti anche:

Calcio a 5, Cln Cus Molise, pari per l’under 19 nel derby contro lo Sporting Venafro

SPORTING VENAFRO      2 CLN CUS MOLISE              2 (1-2 primo tempo)  Sporting Venafro:…