Home Sport Serie D Girone F, derby ai lupi, Matelica da solo in vetta
Sport - 2 Marzo 2020

Serie D Girone F, derby ai lupi, Matelica da solo in vetta

Il Campobasso super l'Agnonese 4-0, recrimina il Vastogirardi, Farina "così si falsa il campionato"

Il turno di campionato andato in scena certifica la caduta libera del Notaresco. Gli abruzzesi, dopo un campionato intero in testa, lasciano la vetta in virtù del tonfo interno contro la Vastese. Una novità rilevante nel girone F, con il crollo totale di Sansovini e compagni con appena 3 punti maturati nelle ultime 8 giornate. Nonostante questa caduta libera, il Notaresco è in compagnia del Campobasso a meno tre dal Matelica, i giochi sono aperti sulla carta ma il crollo mentale non è facilmente gestibile, ormai è discorso a due per la salita in lega pro, Matelica – Campobasso. Sconfitta pesante anche per la Recanatese, 3 a 1 a Tolentino con i canarini a meno 7 dagli uomini di Colavitto. Partiamo proprio dalla neo capolista che è riuscita ad espugnare il Lancellotta grazie ad un generoso, a dir poco, calcio di rigore trasformato da Leonetti. Ottima la gara del Vastogirardi, gli uomini di Farina hanno giocato praticamente alla pari contro la nuova capolista del girone. Peccato perché l’episodio del calcio di rigore è risultato assolutamente decisivo ai fini del risultato. Non le ha mandate a dire mister Francesco Farina al termine del match “con questo rigore concesso, possiamo dire che in parte il campionato è falsato”. Le parole dure, di rabbia del tecnico gialloblu, scontento per il risultato del campo, deciso dall’episodio incriminato Corbo – Peroni. Detto questo per il Vastogirardi non è cambiato nulla in ottica classifica, la salvezza è sempre più vicina, più 6 dai play out ma c’è in piedi il discorso sbarramento. Oggi non si giocherebbero i play out, per gli otto punti di distacco già presenti, classifica lunga nei bassi fondi con Chieti, Sangiustese e Avezzano in crisi nera. Vittoria pesante per il Matelica, la squadra di Colavitto ha dimostrato di saper soffrire anche nel forcing finale del Vastogirardi, non a caso la miglior difesa del torneo è quella dei biancorossi con sole 17 reti subite.

Vastogirardi – Matelica

Nel derby di Selvapiana spettacolo di pubblico e giornata da incorniciare per il Campobasso. Un 4 a 0 netto per proseguire la striscia positiva e dimostrare in modo ancor più forte la voglia di lega pro. Primo tempo equilibrato, Campobasso attento, Agnonese propositiva senza creare grosse occasioni. Il gol di Bontà, imperioso stacco di testa del cursore rossoblu, indirizza l’incontro qualche minuto prima del finale di primo tempo. Nella ripresa l’opportunità per i granata di rientrare in gara, prima con D’Ercole, bravo Raccichini a chiudere, e poi con Minicucci, tiro alle stelle a due metri dalla porta. Poi solo Campobasso, giocata fantastica di Zammarchi per il tacco di Alessandro con la curva nord in estasi totale. Da quel momento completamente out la squadra di Rullo che subisce altre due marcature da parte di Cogliati e Vanzan. Al termine della gara due certezze per i lupi. La prima è quella di aver ritrovato il pubblico rossoblu. Da tempo immemore non si assisteva ad una presenza così massiccia a Selvapiana. Il merito alla squadra, per una rimonta incredibile, e alla società che con pazienza e fiducia ha saputo conquistare i tifosi. La seconda certezza è che il Campobasso lotterà sino al termine del torneo per la vittoria del campionato, altra situazione che non si viveva da un’eternità. Per ritrovare i rossoblu in lotta per il successo, nei tornei nazionali, dobbiamo tornare ai tempi del campionato dell’ex C2, per intenderci il lupo di Giorgio Corona. Ora la difficile trasferta di Giulianova, prima della sosta prevista domenica 15 marzo nel torneo di serie D.

Il gol dell’1 a 0 di Bontà

In casa Olimpia Agnonese sicuramente amarezza per gli esiti del derby, al contempo è una sconfitta che ci sta contro un avversario oggettivamente più forte. Inoltre i vari Diakitè, Frabotta, Amaya e Diarra sono giocatori troppo importanti per Pizii e Rullo, le assenze si sono sentite in particolar modo al cospetto di un Campobasso super. A livello di obiettivi è tutto ancora in piedi, la lotta al quinto posto è serrata. I successi di Pineto e Vastese hanno leggermente allungato la classifica, ora gli altomolisani accusano tre punti dal Pineto e due dagli aragonesi. Un margine recuperabile, con voglia di pronto riscatto a partire dalla prossima sfida, al Civitelle domenica arriverà il Notaresco per un match di cartello.

Nicolao dell’Agnonese (foto Eric Moscufo)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

La B traccia la strada, in Lega Pro e Serie D situazione caotica

Si è tenuta in videoconferenza l’Assemblea di Lega B che ha definito la data della r…