“La sospensione dei processi è stata la richiesta più eclatante, ma in realtà la nostra proposta mira a una prevenzione che coinvolga tutti, non solo il personale del palazzo di giustizia”. Questo in sintesi il messaggio lanciato dal presidente della Camera penale di Isernia, l’avvocato Francesco La Cava, alla luce delle misure adottate dalla commissione permanente del tribunale del capoluogo di provincia. Il legale isernino ha spiegato che la richiesta di sospendere le udienze è in sintonia con quanto fatto altrove. In particolare l’Aiga, l’Associazione italiana dei giovani avvocati, aveva chiesto al ministro di sospendere le udienze per 20 giorni. Certo è che le misure adottate finora, seppur rafforzate negli ultimi giorni, non sono ritenute sufficienti. Misurare la temperatura serve a poco, secondo alcuni medici: basta assumere del paracetamolo per farla scendere. Per rafforzare ulteriormente gli interventi finalizzati alla prevenzione, il presidente della Camera penale di Isernia fa una serie di proposte. Tra queste, quella di far disinfettare i locali: “Si potrebbe chiudere il tribunale per un paio di giorni e procedere con la sanificazione degli ambienti – propone La Cava – anche il sabato e la domenica, senza dover rinviare le udienze. Al tempo stesso è opportuno acquistare altri prodotti igienico-sanitari e metterli a disposizione anche degli utenti”.

Potrebbe interessanti anche:

Mascherine non conformi sequestrate quasi due anni fa dalla Finanza in basso Molise, a giudizio impresa che le distribuì

Si sono chiuse le indagini relative all’operazione della Guardia di Finanza che a gi…