I Carabinieri della Stazione di Cantalupo nel Sannio, nell’ambito dei mirati servizi di controllo svolti presso attività commerciali e cantieri edili, tese a constatare il rispetto delle normative a tutela dei lavoratori e per la prevenzione degli infortuni, hanno eseguito una verifica presso un’azienda del territorio ove era impiegato, tra gli altri, un cittadino straniero regolarmente assunto. I carabinieri approfondendo il controllo, è emerso che l’interessato veniva sottopagato, impiegato per oltre 12 ore al giorno senza ricevere i relativi compensi per il lavoro straordinario prestato e privato del riposo settimanale. In aggiunta si appurava che l’uomo alloggiava all’interno di un piccolissimo locale dell’attività commerciale adibito a deposito materiali, in condizioni abitative al di sotto degli standard minimi di pulizia e con i servizi in condizioni igienico-sanitarie assolutamente precarie. Nel corso dell’attività ispettiva sono risultate disattese da parte del datore di lavoro anche le norme sulla sicurezza sui luoghi di lavoro. Il titolare dell’azienda è stato pertanto segnalato all’autorità giudiziaria e dovrà rispondere delle specifiche violazioni commesse avendo approfittato dello stato di bisogno del dipendente che aveva sottoposto a condizioni di sfruttamento.

Potrebbe interessanti anche:

Assessora e membro di ‘Azione’: Leda Ruggiero “congela” la partecipazione al partito

Assessora e membro di Azione: due cariche incomptabili? Sulla questione fa luce la diretta…