Home Cronaca Termoli: nuovo servizio per i rifiuti, in arrivo le compostiere da giardino
Cronaca - Evidenza - Provincia di Campobasso - Termoli - 19 Febbraio 2020

Termoli: nuovo servizio per i rifiuti, in arrivo le compostiere da giardino

Novità per quanto riguarda il servizio di raccolta dei rifiuti a Termoli. Da oggi 19 febbraio i cittadini che dispongono di un giardino possono richiedere gratuitamente alla Rieco la propria compostiera domestica per praticare il compostaggio dei rifiuti organici. Le compostiere verranno distribuite presso l’Ecosportello Rieco Sud in via Arti e Mestieri, 27 dal lunedì al sabato dalle ore 11.30 alle ore 17.30. Contestualmente al ritiro dovrà essere compilato un modulo di adesione al compostaggio per richiedere l’applicazione della riduzione della Tari a decorrere dall’anno successivo a quello di presentazione. Le utenze alle quali sarà assegnata la compostiera saranno seguite e monitorate, per il corretto utilizzo della stessa, da personale autorizzato dal Comune di Termoli. Si possono compostare: avanzi di cucina come residui di pulizia delle verdure, bucce, pane secco ecc., fondi di tè e caffè. Scarti del giardino e dell’orto come legno di potatura, sfalcio dei prati, foglie secche, fiori appassiti, gambi ecc. Altri materiali biodegradabili come carta non patinata, cartone, segatura e trucioli provenienti da legno non trattato.In piccole quantità anche grandi ossi di origine animale, cibi cotti (in piccole quantità, perché altrimenti attraggono insetti e altri animali indesiderati), foglie di piante poco degradabili (magnolia, lauroceraso, faggio, castagno, aghi di pino), lettiere per cani e gatti. Non vanno inseriti nella compostiera: valve frutti di mare, carta patinata delle riviste, legno verniciato, piante malate. La compostiera va posta all’ombra d’estate: l’ideale sarebbe all’ombra di alberi che in inverno perdono le foglie, in modo che in estate il sole non possa essiccare il materiale, mentre in inverno i tiepidi raggi solari accelerino le reazioni biologiche.I rifiuti organici devono essere misti per fornire in modo equilibrato gli elementi necessari all’attività microbica, per raggiungere l’umidità ottimale e garantire la porosità necessaria a un sufficiente ricambio dell’aria. Un modo semplice per garantire un buon equilibrio è quello di miscelare sempre gli scarti più umidi con quelli meno umidi. Per assicurare l’ossigenazione non comprimere il materiale, ma sfruttare la sua porosità, che rende possibile il ricambio spontaneo di aria ricca di ossigeno al posto dell’aria esausta (in cui l’ossigeno è stato consumato); rivoltare periodicamente il materiale in modo da facilitare tale ricambio. Minore è la porosità del materiale (quando cioè vi è poco materiale di “struttura”, quali legno più o meno sminuzzato, paglia, foglie secche coriacee, cartone lacerato) più frequenti saranno i rivoltamenti, e viceversa. È utile mettere alla base del cumulo uno strato di 10/15 cm di materiale legnoso per evitare il ristagno dell’acqua. Nei periodi di siccità può essere necessario bagnare il materiale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Coronavirus, Toma: mentre a Milano facevano aperitivi, noi mettevamo in sicurezza il territorio”

“Siamo stati i primi in Italia a recepire le misure restrittive; mentre a Milano fac…