Home Attualità Calenda e Scarabeo: “Sviluppo della montagna molisana, necessario coinvolgere anche Pescopennataro”
Attualità - Evidenza - QD - 17 Febbraio 2020

Calenda e Scarabeo: “Sviluppo della montagna molisana, necessario coinvolgere anche Pescopennataro”

«È necessario allargare la platea degli attori chiamati a dare il loro contributo per lo sviluppo della montagna molisana, motivo per cui abbiamo inteso impegnare la giunta regionale a tener conto anche del Comune di Pescopennataro, già protagonista di una serie di progetti volti a favorire la crescita del comparto turistico e sciistico altomolisano. Un territorio che, inoltre, vede la presenza di numerose strutture ricettive». Queste le dichiarazioni dei consiglieri regionali Filomena Calenda e Massimiliano Scarabeo che stamane hanno presentato un ordine del giorno in cui si chiede al Presidente della Giunta Regionale che l’impegno assunto tramite la mozione avente ad oggetto “Criticità stazioni sciistiche di Campitello Matese e Capracotta”, approvata dal Consiglio Regionale lo scorso 11 febbraio, sia esteso, alla pari dei Comuni già considerati, anche al Comune di Pescopennataro.
«Inoltre – hanno specificato i due consiglieri –, in vista di un possibile tavolo permanente istituito per lo sviluppo della montagna molisana, si chiede di tener conto anche dei rappresentanti dell’amministrazione, degli steakholders, degli operatori turistici ed economici del Comune altomolisano».
Il Comune di Pescopennataro, infatti, dal 2006 ha deliberato l’adesione al Consorzio “Campitello Matese – Capracotta” al fine di inserire il centro altomolisano in un circuito turistico che permettesse di potenziare e sfruttare al massimo le proprie bellezze. Inoltre, nei mesi scorsi è risultato beneficiario, nell’ambito del CIS Molise, di un finanziamento di oltre un milione di euro per la realizzazione di un sistema di bikesharing comunale, nell’ottica della destagionalizzazione dei flussi turistici e al fine di attrarre diversi tipi di segmenti che viaggiano in vari periodi dell’anno. Senza dimenticare che grazie alla fondamentale collaborazione con il locale Sci Club, a partire dallo scorso dicembre, ha ottenuto per la pista “Abeti Soprani” l’omologazione nazionale F.I.S.I. per la specialità sci di fondo.
«È necessario che l’impegno assunto da questo governo regionale in merito allo sviluppo della montagna molisana e, in particolare la riqualificazione degli impianti sciistici– hanno concluso Calenda e Scarabeo –, coinvolga anche il Comune di Pescopennataro, che in questi anni ha dimostrato di poter dire la sua in materia di turismo».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Coronavirus, Domenica delle Palme tragica: due vittime in poche ore. Sale a 222 il numero dei positivi

E’ stata una domenica delle Palme tragica in Molise, con il decesso, nel giro di poc…