Home Cronaca Contrasto truffe agli anziani, Carabinieri fermano due campani in trasferta
Cronaca - Evidenza - QD - 6 giorni ago

Contrasto truffe agli anziani, Carabinieri fermano due campani in trasferta

Continuano i raggiri e tentativi di truffe nei confronti degli anziani. Ultimamente, però, anche grazie alle campagne di sensibilizzazione delle forze dell’ordine, in diversi non cadono più nei tranelli e riescono ad allontanare i malviventi che provano, in ogni modo, subdolo, di entrare nelle case e rubare soldi o preziosi.

In genere gli anziani ricevono telefonate da parte di sedicenti avvocati, postini, tecnici Enel e altri, i quali chiedono denaro e gioielli, talvolta anche per ottenere risarcimenti su inesistenti incidenti stradali causati da figli o nipoti delle vittime o per la mera consegna di pacchi.

Appena qualche giorno fa, nel corso di un servizio mirato di contrasto alle truffe, sono stati fermati, dai Carabinieri, due campani pluripregiudicati in atteggiamento sospetto in un’auto nei pressi di una casa, a Riccia, dove poco prima era arrivata la solita chiamata al telefono in cui, all’anziana era stata comunicata l’imminente consegna di un pacco che lei avrebbe dovuto pagare con cospicua somma di denaro, da consegnare alle persone che avrebbero consegnato la merce per conto di un parente

Telefonate che, anche in questo caso, non hanno avuto il fine sperato poiché, grazie anche alla capillare campagna di sensibilizzazione da parte dei Carabinieri, molte delle vittime prescelte sono oramai ben preparate al probabile evento e pronte nell’avvisare i militari.

Proprio grazie alle tempestive segnalazioni, gli immediati controlli eseguiti dai militari della Stazione Carabinieri di Riccia, insieme agli uomini della Sezione Operativa della Compagnia Carabinieri di Campobasso, i due napoletani sono stati fermati. Si tratta di personaggi già noti alle Forze dell’Ordine, che nascondevano, anche in macchina, tre cellulari con altrettante schede sim risultate intestate ad ignare o fantomatiche persone, utilizzabili senza possibilità di essere rintracciati per il contatto telefonico con le potenziali vittime.

I due sono stati segnalati alla Procura di Campobasso e allontanati dal territorio con foglio di via obbligatorio emesso dal Questore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Check Also

Campomarino, non ce l’ha fatta il giovane ricoverato alla Neuromed

Dopo diversi giorni di coma non ce l’ha fatta il giovane di 39 anni di Campomarino che ave…