Il forte esterno granata Nicolao (foto eric moscufo)

24 esima giornata di campionato alle porte, siamo nel vivo della stagione, quattro giornate prima della sosta prevista domenica 15 marzo, consueto stop per il torneo giovanile di Viareggio dove saranno impegnati i migliori ragazzi nella rappresentativa di serie D. Dopo due pareggi consecutivi il Campobasso vuole tornare alla vittoria. Sulla strada dei rossoblu, al Selvapiana, c’è un Porto Sant’Elpidio in salute, in serie positiva da ben sette giornate consecutive. I marchigiani con questo filotto di risultati si sono allontanati dalla zona play out, il margine non è ancora molto ampio ma sette lunghezze a questo punto della stagione non sono poche. Risultati ottenuti anche grazie ai bomber Cuccù (undici volte a segno) e Maio (quattordici centri), due attaccanti che stanno portando a suon di gol il team della provincia di Fermo. Il Campobasso non può permettersi altre battute d’arresto, l’obiettivo è sempre la vetta, ed il meno 8 dal Notaresco è un margine ancora molto ampio. Importante tornare ad esultare davanti al pubblico amico, e proseguire nella marcia senza sconfitte intrapresa ben 15 giornate fa con la vittoria nel derby contro l’Olimpia Agnonese. Sulla via del recupero Candellori, assente a Matelica, il cursore di centrocampo è sicuramente una delle armi a disposizione del tecnico rossoblu per scardinare le difese avversarie. Con i suoi inserimenti Candellori ha spesso creato problemi agli avversari, oltre ad aver realizzato 4 marcature. Sulle ali dell’entusiasmo l’Olimpia Agnonese attesa dalla trasferta in terra laziale contro l’Atletico Terme Fiuggi. I granata sono al quinto posto, con una salvezza in tasca e tanta voglia di continuare a sorprendere. Abbiamo già detto che nel 2020 gli uomini di Pizii e Rullo sono quelli che hanno ottenuto più punti rispetto a tutte le altre squadre del girone F. Valutando il campo, dobbiamo dire che impressiona la squadra nel suo complesso, grazie ad una rosa di grande qualità, amalgamata dallo staff tecnico che con il nuovo modulo, il 3-5-2, ha trovato la quadra. Il modulo tattico giusto per esaltare i due esterni, Diakitè e Nicolao, senza dubbio tra i migliori giocatori di tutto il girone F. Per la gara in programma a Fiuggi, tutti a disposizione eccezion fatta per Minicucci che non sarà disponibile per via dell’espulsione rimediata contro la Sangiustese. Sono ben tre le giornate comminate al giocatore granata, reo nella sentenza del giudice sportivo per aver colpito al volto un calciatore avversario. Prima di tre gare al “Civitelle” per il Vastogirardi. Tre sfide consecutive in casa, Vastese, poi derby contro l’Olimpia Agnonese ed infine Matelica. Tre gare difficili dove gli uomini di Farina sono chiamati a muovere la classifica e allungare le distanze dalla zona play out. Il Vastogirardi è assolutamente in linea con gli obiettivi di inizio stagione: 30 punti in classifica, più nove sulla sestultima e la possibilità di giungere il prima possibile a quota 40, cifra indicata per la salvezza diretta matematica. Domenica si parte con la sfida alla Vastese, rigenerata dalla cura Silva, sei punti in due partite sotto la gestione dell’ex mister di Campobasso e Isernia per gli adriatici. Mister Farina dovrà fare  a meno di Pesce squalificato per recidività in ammonizioni. Un elemento importante dello scacchiere tattico a autore di due marcature pesanti, l’ultima domenica scorsa a Monte San Giusto con la rete del 3 a 3 finale.

Mister Farina del Vastogirardi

Potrebbe interessanti anche:

Una famiglia alla guida della Caritas di Termoli-Larino

Il vescovo, mons. Gianfranco De Luca ha nominato i coniugi, il diacono Vito Chimienti e su…