Home Editoriali Qualcuno volò sul nido della pensione
Editoriali - Idee e opinioni - 1 settimana ago

Qualcuno volò sul nido della pensione

di MANUELA PETESCIA*

Confesso che non mi era mai capitato di vedere una mia foto su una simile sequenza di corbellerie (per non dire cazzate).

Il primato di Telemolise, certificato dall’Agcom, secondo questo signore non dipenderebbe dalla qualità dei suoi servizi, dalla professionalità, da una solida struttura tecnica, dai suoi 40 anni di storia, dall’entrare tutti i giorni nelle case dei cittadini, ma dal fatto che a Telemolise si parli in dialetto e dal fatto che gli ascoltatori preferiscano seguire (anche) i fatti di casa propria e non solo le vicende «globali». 

Premesso che di tutto si può accusare me o i miei colleghi del tg di Telemolise fuorché di non conoscere la lingua italiana o di parlare con cadenze territoriali, vale solo la pena di ricordare che è proprio questo, alla fine, lo spazio di manovra di una tv locale, il motivo della sua esistenza: l’essere riusciti a interpretare la cosiddetta «tv della porta accanto», come la definiscono i critici del settore, quelli veri.

Nei suoi giudizi saccenti, sprezzanti, dettati da malanimo (e da sempre), l’approvvigionamento di notizie locali sarebbe per Tirabasso un segnale di «molisolamento» ?

Secondo me invece è un segnale che è arrivato il momento che se ne stia muto a godersi la dorata pensione di Stato.

*direttore Telemolise

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Check Also

Flavio Bucci, camera ardente per l’ultimo omaggio al teatro Valle di Roma

Sara’ allestita domani dalle 10 alle 14 al teatro Valle, a Roma, la camera ardente p…