Ha tirato un sospiro di sollievo la famiglia della ragazza di Termoli che non ha il Coronavirus e ricoverata al Cardarelli di Campobasso. Il papà Filippo Frittella, ex medico del San Timoteo, ha voluto rivolgere un ringraziamento pubblico ai “professionisti della sanità regionale”: <<Finalmente possiamo rasserenarci. L’ipotesi clinica è stata confermata dai dati di laboratorio e mia figlia non risulta infetta da Coronavirus. Ora – scrive il papà  – mi sento di ringraziare i colleghi che con professionalità e cortesia si sono presi cura di mia figlia. Innanzitutto i colleghi e il servizio del 118 che sono intervenuti in pochi minuti dalla chiamata, quindi i colleghi del Pronto Soccorso di Termoli che, altrettanto rapidamente, avevano organizzato un’area protetta per gestire il caso in attesa dell’accoglienza del reparto di Malattie Infettive del Cardarelli. Fortunatamente l’area di isolamento in Malattie Infettive era disponibile e mia figlia è stata prontamente trasferita a Campobasso secondo l’organizzazione predisposta dal Ministero della Salute e dai responsabili regionali.  Al Cardarelli ho potuto apprezzare la competenza e la misura dei Medici Infettivologi.  A tutti questi colleghi e al personale dell’assistenza dico grazie. Un ringraziamento particolare va anche agli addetti dell’Unità di Crisi della Farnesina e del Ministero della Salute con i quali ero in contatto da quando è iniziata l’emergenza in Cina. Ma la gioia di questo momento non mi fa dimenticare quanti non potranno riabbracciare i loro cari e quanti vivono l’angoscia del contagio nella loro terra. La mia preghiera e il mio augurio va a loro e a tutti gli uomini e le donne che si stanno prodigando in silenzio per proteggere la propria gente e noi tutti>>.

Potrebbe interessanti anche:

Auto investe due donne a Campobasso, ricoverate al Cardarelli

Incidente stradale questa sera poco dopo le 19 in via XXIV maggio a Campobasso, nella part…