Home Sport Calcio a 5, sabato importante per Cus Molise e Chaminade
Sport - 6 Febbraio 2020

Calcio a 5, sabato importante per Cus Molise e Chaminade

Sabato si torna in campo nei tornei di calcio a 5 nazionale. Nel campionato di A2 il Cln Cus Molise al Palaunimol riceve il Manfredonia. Alle 16.00 sul parquet amico i ragazzi di coach Sanginario sono pronti a blindare la salvezza. La sfida al Manfredonia, sotto di sole due lunghezze in classifica generale, è probabilmente la più importante della stagione. L’obiettivo di inizio anno dei cussini, lo ricordiamo, è la salvezza senza passare dai playout, certo c’è stata la bellissima vetrina della Coppa Italia, una posizione di altissima classifica per buona parte del girone d’andata, tutto vero ma il focus è ed è sempre stato quello di tener a debita distanza la zona playout. Oggi il margine è di 7 punti, un vantaggio che permette di dormire sonni tranquilli, al contempo ricordiamo che ci sono due squadre che stanno perdendo con tutti ovvero il Sammichele ed il Futsal Bisceglie. Il Cus Molise ha già speso i due bonus, ovviamente nel ritorno, ecco perché la classifica va presa con le molle. Domani c’è la possibilità concreta di salire a quota 31 ma soprattutto distanziare in modo deciso una diretta concorrente. I pugliesi sono più squadra casalinga, il fattore vale molto per il Manfredonia, infatti all’andata gli uomini di mister Monsignori imposero la prima battuta d’arresto proprio a Barrichello e compagni. Squadra pratica il Manfredonia con la terza miglior difesa del girone ed uno dei peggiori attacchi, da segnalare il pivot Andrea Ganzetti ed il laterale giapponese Gaku Miyazaki. Coach Sanginario recupera Ferrante, che ha scontato il turno di squalifica, e Turek assente a Rossano Calabro per la convocazione con la nazionale slovacca. Insomma tutti gli alfieri pronti per superare il Manfredonia, a partire da Matheus Barrichello in grande spolvero dopo la doppietta, inutile ai fini del risultato, messa a segno sabato scorso. Nel campionato di Serie B chiamata alla conferma la Chaminade dopo il successo contro L’Aquila. Bisogna vincere domani pomeriggio in casa della Polisportiva Torremaggiore per continuare a credere nel sogno A2. Le distanze si sono allungate, il Capurso continua a vincere, sabato scorso la capolista ha inflitto un 8 a 4 netto al Venafro, ed il Giovinazzo, ora a meno 1 dalla Chaminade, ha già osservato il turno di riposo. Insomma bisogna solo continuare a vincere e sperare in qualche passo falso delle prime due della classe. Domani in terra pugliese, i rossoblu di mister Tavone, che torna in panchina dopo il turno di squalifica, dovranno fare attenzione al Torremaggiore che nello scorso turno ha espugnato il difficilissimo campo di Canosa con il finale convincente di 5 a 2. Ricordiamo che il Torremaggiore, lo scorso anno, ha ottenuto il pass in serie B tramite i play off del campionato molisano. Ecco dunque un altro stimolo per i pugliesi che sono in piena lotta per evitare i play out con soli 11 punti raccolti sino ad ora, ed una sola vittoria ottenuta sino ad ora tra le mura amiche. Passarelli e compagni non possono assolutamente permettersi altri cali di concentrazione, il recupero di Paulinho a pieno regime garantisce maggiore imprevedibilità alla manovra offensiva, oltre le realizzazioni costanti di Caddeo, Pescolla e Passarelli. Una vittoria necessaria dunque per mantenere viva la corsa alla serie A, al contrario un altro stop pregiudicherebbe non poco i piani con un ridimensionamento rivolto alla griglia play off. Mese di febbraio intenso, già si è giocato sabato scorso, si giocheranno altre 4 gare, prima della fine del mese, Torremaggiore domani, poi Real dem, big match con il Giovinazzo e chiusura il 29 contro le Aquile Molfetta. Mese assolutamente decisivo ai fini della classifica finale. 

 

Luigi di Lallo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Cus Molise Pattinaggio, con gli attestati si chiude l’anno sportivo

Alla presenza del presidente del Coni Molise Guido Cavaliere, del maestro Roberto Simiele …