Il prossimo week end si torna in campo nel massimo torneo regionale. Dopo la finalissima di Coppa Italia, in bacheca per il Tre Pini Matese, è tempo di rituffarsi nel campionato. Sabato in anticipo due gare, proprio i campioni di coppa riceveranno, sul sintetico di Piedimonte Matese, il Baranello reduce dal Ko interno contro il Gambatesa. Sfida sulla carta non scontata, con gli ospiti pronti a giocare lo scherzetto al team allenato da Camorani. Nell’altro anticipo il Venafro riceve il Termoli. Almeno da calendario, considerato che il presidente dei giallorossi, Castelluccio, due settimane fa ha paventato la possibilità di non presentarsi al “Marchese del Prete” e quindi ritirare la squadra dal campionato. In questi dieci giorni non ci sono state notizie ufficiali, ne conferme, ne smentite. Salvo news bisognerà attendere sabato per avere conferme. Domenica il big match è quello tra Guglionesi e Acli Campodipietra. Sfida playoff a tutti gli effetti, con i padroni di casa in lotta per il quinto piazzamento, al contrario i ragazzi di Cordone, dopo la sonora sconfitta nella finale di Coppa, devono riprendere la marcia e confermare il quarto posto in classifica. La capolista Comprensorio Vairano riceve il Campobasso 1919, nessuna storia per un match dall’esito praticamente scritto, impossibile pensare ad un errore dei primi della classe contro un Campobasso al penultimo posto ad appena sei punti in graduatoria. Importante sfida per il Bojano che al “Colalillo” ospita il Sesto campano. I matesini sono in crisi di risultati, in piena zona play out e con il morale basso. La gara non è senz’altro semplice contro gli uomini di Cecchino, un team coriaceo e rognoso a quota 31 punti. Per i ragazzi di Carmelo Gioffrè il campo amico deve diventare, da qui al termine del campionato, un catino nel quale costruire la salvezza, a partire da questa domenica. Bella sfida tra Pietramontecorvino e Roccasicura, i pugliesi hanno cambiato passo nel ritorno e viaggiano verso una salvezza tranquilla, i gialloblu di mister Pecoraro devono vincere per restare nel treno play off. Favoriti gli ospiti che non possono fallire il colpo per cercare la strada della serie D tramite gli spareggi promozione. Infine al “Lancellotta” l’Isernia riceve l’Aurora Alto Casertano, due squadre tranquille che vogliono aggiungere punti alla classifica, e il Gambatesa è chiamato alla formalità Alife. Una sfida valida sulla carta per salire a quota 23 contro gli ultimissimi della classe.

 

Luigi di Lallo

Potrebbe interessanti anche:

Trovato senza vita nel lago il corpo di Lucio Grasso, ex portiere del Riccia

Dopo 48 ore di ricerche è stato ritrovato senza vita il corpo di Lucio Grasso, il pescator…