Caso Vicky Bucci. Terminati gli accertamenti irripetibili sulla Fiat Panda rossa recuperata dai fondali del porto di Termoli e al cui interno è stato ritrovato il corpo della donna di 42 anni di Larino. Il perito nominato dalla Procura ha 90 giorni di tempo per cercare di stabilire da dove e in che modo l’auto sia finita in acqua fornendo ulteriori dettagli agli investigatori. Effettuata anche una simulazione tecnica per ricostruire le possibili fasi di caduta.

Tra gli elementi che sarebbero emersi nelle ultime ci sarebbero i finestrini anteriori aperti, la terza marcia inserita e la chiave inserita in posizione di spegnimento del motore. Tutto ancora da verificare.

Si aspettano, intanto, anche i primi risultati dell’autopsia.

Potrebbe interessanti anche:

Covid: 143 nuovi positivi, un ricovero e 224 guariti

I dati Covid adesso con il bollettino dell’Asrem. Sono 143 i nuovi positivi riscontrati in…