Home Attualità Elezioni Monteroduni. Riconteggio in Prefettura, Altobelli: si torni alle urne

Elezioni Monteroduni. Riconteggio in Prefettura, Altobelli: si torni alle urne

Il Consiglio di Stato si appresta a scrivere l’ultimo capitolo delle elezioni comunali di Monteroduni del 26 maggio del 2019, vinte dal sindaco uscente Custode Russo con un solo voto di scarto sullo sfidante, Nicola Altobelli. La Prefettura di Isernia, così come disposto dai giudici di palazzo Spada, avrebbe effettuato il riconteggio. Stando a quanto dichiarato dalla lista “Il coraggio di cambiare” è emersa questa novità: delle 850 schede inviate in paese ne sarebbero tornate indietro 849. A quanto pare ne manca una. Ma il primo cittadino appare tranquillo. Quanto detto in questi giorni a suo avviso non cambierà il verdetto delle urne: “Ho accolto questa notizia con serenità – ha detto Russo – sono del parere che il Consiglio di Stato terrà conto della volontà degli elettori”. Di diverso avviso il candidato sindaco della Lista “il coraggio di cambiare”. Per Altobelli ci sono state delle irregolarità e dunque si tornerà al voto, così come deciso dal Tar Molise, che a novembre ha annullato le elezioni comunali di Monteroduni: “Intanto ricordo che il Consiglio di Stato deve pronunciarsi sull’appello della controparte e non sul nostro ricorso che ha portato all’annullamento delle elezioni da parte del Tar Molise. Alla luce di quanto emerso dalla Prefettura, le loro motivazioni – ha concluso Altobelli – ne escono depotenziate”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Montecilfone: il metanodotto passa sotto terra. Dubbi di De Chirico e del comitato in difesa del bosco

Il bosco Corundoli di Montecilfone non verrà più sventrato dal passaggio del metanodotto L…