Home Attualità Carenza di medici, proclamato lo stato d’agitazione. Chiesto l’intervento delle Prefetture
Attualità - Evidenza - Isernia - Provincia di Isernia - QD - 25 Gennaio 2020

Carenza di medici, proclamato lo stato d’agitazione. Chiesto l’intervento delle Prefetture

David Di Lello

Le premesse non sono incoraggianti – visti i ripetuti appelli caduto nel vuoto – ma i sindacati di categoria non hanno di certo intenzione di arrendersi. Vogliono che il sempre più grave problema della carenza di dirigenti medici venga affrontato seriamente, una volta per tutte. Per questo alcune sigle sindacali – rappresentative della dirigenza medica e veterinaria – hanno deciso di proclamare lo stato di agitazione. Ma soprattutto hanno chiesto alle prefetture di Campobasso e Isernia di convocare le parti per un tentativo di conciliazione, come confermato da David di Lello, presidente regionale dell’Aaroi Emac, il sindacato degli anestestisti. Le gravi carenze di dirigenti medici, in particolare in alcune discipline, si fanno sentire eccome: è sempre più difficile assicurare i turni necessari per garantire i servizi essenziali e le emergenze-urgenze. E per il futuro le cose potrebbero addirittura peggiorare: diversi medici, infatti, andranno in pensione. Oltre a chiedere un confronto ai vertici della Asrem, i sindacati invitano la Regione a dire cosa intende fare per garantire il buon funzionamento della sanità pubblica regionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Bojano – Una quindicina di alunni positivi, il sindaco Ruscetta chiude l’istituto comprensivo

Il dato nuovo, decisamente allarmante, arriva da Bojano, dove nelle ultime ore sono risult…