Si aggiravano aggirarsi a bordo di un’autovettura, di notte e con fare sospetto e quindi quasi sicuramente conpropositi malavitosi, nel centro abitato di Pietrabbondante, nei pressi dell’ufficio Postale e di vari esercizi commerciali. Fermati dalla Polizia, non hanno fornito una valida giustificazione circa la loro presenza in quel centro, adducendo motivazioni false, tendenziose e contraddittorie. Nei loro confronti, considerato che non hanno la residenza in Pietrabbondante, né vi svolgono nessuna attività lavorativa, il Questore della Provincia di Isernia ha emesso il Provvedimento di Divieto di Ritorno per tre anni: non potranno più tornare a Pietrabbondante un 40enne e due 21enni foggiani con a carico numerosi precedenti di Polizia per reati contro il patrimonio, la persona ed altro. Analogo provvedimento è stato emesso nei confronti di un 45enne, nato e residente a Napoli, che non potrà tornare a Frosolone per tre anni: controllato, con a carico numerosi precedenti per reati tra cui quelli contro il patrimonio la fede pubblica e la famiglia, oltre ad essere destinatario di numerosi divieti di ritorno in altri comuni, non ha saputo fornire valide giustificazioni circa la sua sospetta presenza, finalizzata al solo scopo di contattare persone del luogo, soprattutto anziane, per vendere, a suo dire, biancheria ed oggetti vari che, controllato, non aveva con sé.

 

Potrebbe interessanti anche:

Fanelli: “Dalla vittoria di Isernia parte strada per conquistare Regione”

Il giorno dopo il voto di Isernia che ha promosso sindaco a pieni voti Piero Castrataro, b…