Sesta edizione del “Memorial Roberto Lorenzet” nell’Istituto Neurologico Mediterraneo Neuromed di Pozzilli. All’Auditorium Marc Verstraete del Parco tecnologico si è parlato di “Diabete e dintorni: nuove prospettive dalla prevenzione alla terapia”. Il diabete di tipo 2 – è stato sottolineato durante il meeting – rappresenta una vera epidemia destinata, secondo le proiezioni, ad aumentare nei prossimi anni, anche considerando il prolungamento della vita media. È una condizione che predispone sia al rischio di malattie cardio-cerebrovascolari che di tumori, soprattutto ormono-dipendenti. Ma è anche una situazione in cui una corretta gestione della prevenzione e della terapia può fare una notevole differenza per il paziente. L’incontro, con la responsabilità scientifica di Chiara Cerletti e di Maria Benedetta Donati, del Dipartimento di Epidemiologia e Prevenzione dell’I.R.C.C.S. Neuromed, ha permesso di fare il punto sulle conoscenze più attuali per quanto la patologia diabetica, a partire dai meccanismi di base, la cui comprensione porterà sempre più a disporre di biomarcatori capaci di indicare l’approccio migliore per lo specifico paziente. La terapia verrà invece affrontata partendo dalle linee guida europee appena espresse e passando per le prospettive future, come quelle che potranno arrivare dalla medicina di precisione. Per gli aspetti di prevenzione, le sane abitudini di vita, soprattutto l’alimentazione, riceveranno un’enfasi particolare, mentre uno degli interventi sarà dedicato ai nuovi obiettivi da perseguire nella valutazione dei pazienti, andando oltre la semplice misurazione della glicemia.

Potrebbe interessanti anche:

Alluvione ad Ischia, anche i Vigili del fuoco di Campobasso sul luogo della tragedia

Anche i vigili del fuoco del Comando provinciale di Campobasso sono andati in soccorso del…