Home Apertura Campobasso – Via libera del Consiglio comunale al Bilancio di previsione. Il sindaco: risultato importante. L’opposizione: è mancata la concertazione
Apertura - Evidenza - QD - 31 Dicembre 2019

Campobasso – Via libera del Consiglio comunale al Bilancio di previsione. Il sindaco: risultato importante. L’opposizione: è mancata la concertazione

di ANNA MARIA DI MATTEO

Si è concluso poco dopo la mezzanotte l’ultimo Consiglio Comunale di Campobasso del 2019 con l’approvazione, con 18 voti a favore, 4 contrari e 2 astenuti, il bilancio di previsione e la nota di aggiornamento al DUP per il triennio 2020/2022. Per la prima volta nella storia dell’amministrazione comunale del capoluogo di regione, il bilancio di previsione viene presentato entro i termini del 31 dicembre, consentendo così, come sottolineato nel dibattito in aula, di poter usufruire di premialità che altrimenti sarebbero andate perdute, per circa 320mila euro. Il sindaco Gravina ha espresso soddisfazione per il risultato raggiunto.” Questa città ha bisogno di edilizia pubblica – ha dichiarato dobbiamo puntare a far partire nuovi cantieri. Abbiamo, inoltre, la necessità di redigere un bando per il trasporto pubblico urbano che sia strutturato ed inattaccabile da ogni tipo di ricorso, ed anche questo potrà permettere, in prospettiva, una ripresa del sistema cittadino, tenuto conto che al Comune di Campobasso è toccato far fronte economicamente a quello che è stato imposto dalla Regione sin dal 2016. Abbiamo lavorato anche per ridurre i costi della politica – ha continuato il sindaco – quelli del Consiglio Comunale e della Giunta”. Ma dalle opposizioni non sono mancate le polemiche. Il consigliere Colagiovanni ha parlato di tagli indiscriminati, mentre Alberto Tramontano ha ricordato come, prima della redazione del bilancio andava approvato il bilancio partecipativo, con il coinvolgimento dei cittadini, delle associazioni, degli operatori economici, dei sindacati. “Ma l’intera città di Campobasso esce vessata dalle decisioni della maggioranza pentastellata – ha denunciato – Irpef comunale al massimo (0,8%), così come l’IMU al 10,6% con la TARI del 4%. Un bilancio che non ha tenuto in considerazione le priorità dei nostri concittadini”,ha concluso Tramontano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Bojano – Una quindicina di alunni positivi, il sindaco Ruscetta chiude l’istituto comprensivo

Il dato nuovo, decisamente allarmante, arriva da Bojano, dove nelle ultime ore sono risult…