Home Apertura Edilizia in crisi: Regione e Confindustria aprono un tavolo di confronto permanente
Apertura - Attualità - Cronaca - Evidenza - Politica - 13 Novembre 2019

Edilizia in crisi: Regione e Confindustria aprono un tavolo di confronto permanente

Attivare un Tavolo permanente sull’edilizia, accelerare l’iter burocratico, snellire le procedure.

Questi i punti più importanti oggetto del confronto che si è svolto a palazzo Vitale tra le parti. Da un lato del tavolo il presidente della Regione, Donato Toma e l’assessore ai lavori pubblici Vincenzo Niro; dall’altra Confindustria, i rappresentanti dei costruttori dell’Ance e la scuola edile.

Da anni uno dei principali motori dell’economia regionale, e non solo, è in pratica fermo. Alla canna del gas. Tantissime le piccole imprese che hanno chiuso i battenti, mandato a casa gli operai. Un dissanguamento che ha avuto ripercussioni pesantissime sull’intero tessuto economico molisano. Tanto da far dire agli imprenditori edili che la crisi del settore vale 7/8 volte quella della Gam, una decina di volte l’Ittierre, alcune decine quella dello Zuccherificio. Raffronti portati all’attenzione generale non per sminuire i crac del tessile e dell’agroalimentare, quanto per mettere al centro il tema dell’edilizia e del numero enorme di persone che ruota attorno ad essa.

L’Associazione nazionale costruttori edili Molise ha consegnato un documento di proposta in dieci punti sui problemi più urgenti che interessano il settore, che sarà esaminato dal presidente Toma e dall’assessore Niro.

Tutti d’accordo nel mettere in campo azioni comuni e percorsi virtuosi di collaborazione che, nel rispetto dei reciproci ruoli, possano fronteggiare lo stato di crisi che attraversa il settore dell’edilizia.

A breve, si inizierà a lavorare alla costituzione di un Tavolo permanente, che avrà lo scopo di osservare e monitorare lo stato dell’arte, segnalare eventuali criticità riscontrate, superare i rallentamenti che si verificano nell’erogazione dei pagamenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Majorana-Fascitelli, il commosso saluto agli studenti della preside Di Nezza

Carissimi, come da consuetudine rivolgo il mio saluto istituzionale alla comunità educativ…