Proseguono i controlli dei Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Isernia nell’ambito del programma anti caporalato 2019, in collaborazione con i militari dell’Arma territoriale, nelle attività imprenditoriali della provincia per verificare il rispetto delle normative sulla sicurezza dei luoghi di lavoro. A finire sotto la lente d’ingrandimento, questa volta, è stato un esercente di un bar. A seguito della verifica, i militari hanno deferito alla competente Autorità Giudiziaria il titolare per aver impiegato di un lavoratore in “nero” su due sottoposti controllo. E’ stata adottata la contestazione della violazione amministrativa per un valore pari a circa 10.800 euro.

Sesto Campano, 50enne ai domiciliari
Nella serata di ieri, i Carabinieri della Stazione di Sesto Campano, davano esecuzione per l’espiazione di pena detentiva in regime di detenzione domiciliare per il reato di evasione emessa dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Isernia, nei confronti di un 50enne napoletano residente nel comune di Sesto Campano. I fatti risalgono tra gli anni 2014 e 2015 quando l’uomo si trovava in regime degli arresti domiciliari, che ha scontato in alcuni comuni della provincia di Isernia per diversi precedenti penali. Il prevenuto ora dovrà scontare la pena complessiva di 5 mesi e 10 giorni di reclusione per “evasione”. Con l’adozione del provvedimento odierno l’uomo è stato quindi sottoposto alla misura degli arresti domiciliari.

Potrebbe interessanti anche:

Elezioni Politiche, a Trivento oltre il 55% dei votanti è di centrodestra. Primo partito Fratelli d’Italia con quasi il 26% degli elettori a seguire Forza Italia. Il 18% dell’elettorato al centrosinistra, 13% Movimento 5 stelle

Sono stati in totale 1.981 gli elettori che si sono recati alle urne di via Acquasantianni…