Home Attualità Isernia. Carabinieri, nuovo sopralluogo per fare chiarezza sulle cause della morte di Tornincasa

Isernia. Carabinieri, nuovo sopralluogo per fare chiarezza sulle cause della morte di Tornincasa

Nuovo sopralluogo e rilievi più approfonditi da parte dei Carabinieri per fare definitivamente chiarezza sulle cause della morte di Elso Tornincasa, 61 anni, originario di Montenero Val Cocchiara, di cui si erano perse le tracce venerdì scorso. L’uomo è stato ritrovato ieri pomeriggio in seguito alle ricerche condotte dai militari dell’Arma e dai Vigili del fuoco, con l’ausilio di un cane molecolare di un’associazione di volontariato dell’Aquila. Il corpo senza vita di Tornincasa è stato individuato in una scarpata, a un paio di metri dall’argine del Sordo, a ridosso della rimessa degli autobus della Sati in via sant’Ippolito, a breve distanza dal luogo dell’ultimo avvistamento: il pronto soccorso del Veneziale di Isernia. Oggi gli uomini del comando provinciale dell’Arma hanno battuto palmo a palmo la zona, in cerca di elementi utili che possano chiarire le cause della morte del 61enne. Sul posto, oltre agli uomini del reparto operativo, agli esperti di investigazioni scientifiche, c’erano anche i Carabinieri della stazione di Rionero Sannitico – dove i familiari avevano presentato la denuncia della scomparsa – e naturalmente i militari della compagnia di Isernia, coordinati dal comandante Riccardo Turchetti. Sulle cause del decesso non esclude alcuna ipotesi. Con ogni probabilità sarà l’autopsia, disposta sostituto procuratore Marco Gaeta, che coordina le indagini, a fornire un quadro più chiaro agli inquirenti. Tra le ipotesi in campo, anche quella del malore o di una caduta accidentale. E sempre ieri sono arrivate buone notizie da Roma. Nelle vicinanze della stazione Termini, i Carabinieri hanno rintracciato l’uomo di 50 anni, di Sant’Agapito, di cui si erano perse le tracce martedì. Ieri sera i carabinieri di Monteroduni, lo hanno riaccompagnato a casa, dove vive con il padre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Isernia. “Tutti in campo”, il progetto della Caritas diocesana nello spot dell’8 per mille

È destinato a diventare un modello anche per altre realtà italiane “Tutti in campo”, il pr…